TV: la Sony dice addio al tubo catodico

La Sony dopo 50 anni abbandona la produzione di TV con il tubo catodico per concentrarsi interamente su cristalli liquidi, sistemi al plasma e sui nuovissimi monitor «Oled», o
organic light-emitting diode, su cui lo scorso ottobre ha lanciato un modello da 11 pollici con uno spessore di appena 3 millimetri.

Per l’anno fiscale in corso Sony conta di vendere 10 milioni di TV a cristalli liquidi, contro i 6,3 milioni dell’esercizio precedente. Lo scorso ottobre ha invece rivisto al ribasso le stime
di vendite sulle Tv a tubo catodico a 400.000 pezzi, dai 700.000 delle stime precedenti. Tutta la produzione verrà abbandonata, ha riferito il portavoce del gruppo Shinji Obama.

Il gruppo impartisce quindi una ulteriore accelerazione sulle nuove tecnologie, mentre le connazionali rivali cercano di recuperare terreno.

Leggi Anche
Scrivi un commento