Tv, “Affari tuoi”: ora la Rai deve fermare la trasmissione

Tv, “Affari tuoi”: ora la Rai deve fermare la trasmissione

Il Codacons è entrato in possesso di un nuovo provvedimento del Ministero per lo sviluppo economico, datato 20/2/2009, relativo alla trasmissione tv “Affari Tuoi”, che ha inferto una
sonora bastonata alla Rai.

Con riferimento al regolamento del gioco dei pacchi depositato dalla Rai, e relativo all’edizione 2008/2009 del programma, il Ministero afferma:

“non risulta che la Vs Spett.le Società abbia osservato le seguenti disposizioni del D.P.R. n. 430/2001. In particolare:

1) risulta violato l’art 4 per aver consegnato premi in denaro;

2) risulta violato l’art. 7 per non aver prestato apposita cauzione, redatta nelle forme e con le modalità di cui al comma 3 del citato articolo, pari al 100% del valore dei premi posti
in palio;

3) risultano violati i principi di parità di trattamento e di opportunità per tutti i partecipanti in quanto la preselezione … si svolgerebbe senza l’utilizzo di criteri
preventivi ed obiettivamente verificabili;

4) risulta violato l’art. 9 in quanto non si evince dal regolamento se tutte le fasi di assegnazione dei premi siano svolte alla presenza del notaio o del responsabile della tutela del
consumatore e della fede pubblica e non sembra che sia stato redatto alcun verbale di tali operazioni;

5) risulta violato l’art. 10 per non aver dato al Ministero preventiva comunicazione trasmettendo il regolamento di svolgimento del programma televisivo e la documentazione comprovante il
versamento della cauzione;

6)  risulta violato l’art. 11 per non aver previsto nel regolamento la durata della trasmissione nonché la o le ONLUS a cui devolvere i premi non assegnati o non richiesti, diversi
da quelli rifiutati”.

Il Ministero, dopo aver ravvisato tali gravi inadempienze da parte della Rai, ha ordinato alla Rai di “modificare il regolamento di svolgimento dell’iniziativa adeguandosi ai rilievi formulati
da questo Ufficio per ciò che concerne i punti 1) e 6)”.

Per quanto riguarda la scelta dei concorrenti, il Ministero ha chiesto alla Rai di “trasmettere tutta la documentazione necessaria a dimostrare che si sia proceduto ad adeguare le preselezioni
a quanto richiesto, nel senso che le preselezioni dei partecipanti avvengano con criteri trasparenti ed obiettivamente verificabili tali da non determinare violazione alcuna dei principi di
parità di trattamento e di opportunità per tutti i partecipanti”.

Abbiamo sempre sostenuto come la scelta dei concorrenti da parte di Endemol sia a dir poco discutibile – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Ora il Ministero non solo ci dà
pienamente ragione, ma addirittura ordina alla Rai di modificare di corsa il regolamento del gioco dei pacchi. E se ciò non avverrà – conclude Rienzi – l’azienda dovrà
interrompere la trasmissione”.

Leggi Anche
Scrivi un commento