Tutti contro lo slittamento delle Elezioni

Un coro di no si è levato dal mondo politico all’ipotesi di uno slittamento delle elezioni politiche di aprile, possibile dopo la riammissione della Dc di Giuseppe Pizza, per il
presidente del Consiglio Romano Prodi il rinvio del voto metterebbe in cattiva luce l’Italia davanti al mondo, sulla stessa linea il candidato del Partito Democratico Walter Veltroni, che parla
di un danno gravissimo all’immagine del paese.

Secondo Veltroni, tuttavia, il problema è tutto interno alla destra. Per il candidato premier del Popolo della Libertà Silvio Berlusconi il rinvio sarebbe invece l’ultimo regalo
al premier in carica Prodi ed ha invitato il segretario della Dc ha fare un passo indietro. Anche la Sinistra Arcobaleno e la Lega si sono unite al no al rinvio. Il diretto interessato Giuseppe
Pizza per il momento prende tempo e annuncia però che ogni decisione sarà presa con gli organi del partito, convocati d’urgenza. Intanto il candidato premier Casini ha liquidato,
definendola una «baggianata», l’ipotesi del sequestro del simbolo dell’Udc avanzata dalla Dc di Pizza.

Leggi Anche
Scrivi un commento