Tumore alla prostata: morti dimezzate con il mix radioterapia-ormoni

Tumore alla prostata: morti dimezzate con il mix radioterapia-ormoni

Unire alla tradizionale radioterapia la somministrazione di ormoni permetterebbe di ridurre le morti legate al cancro alla prostata, fin quasi a dimezzarle.

E’ quanto propone una ricerca dell’Università di Cardiff (Gran Bretagna), diretta dal dottor Malcolm Mason e presentata alla conferenza del National Cancer research Institute a
Liverpool.

Il lavoro della squadra di Cardiff si è basato su 1.200 pazienti, tutti vittima di tumore alla prostata esteso ai linfonodi, seguiti per 11 anni. Tutti i malati hanno ricevuto terapia
ormonale, mentre il 50% era stato anche sottoposto a radioterapia, due mesi dopo l’intervento di rimozione del tumore.

Dopo 7 anni, il dottor Mason ed i suoi colleghi hanno constatato come nel primo gruppo (solo radioterapia) il tasso di sopravvivenza era del 79% contro il 90% del secondo gruppo (mix
radioterapia-terapia ormonale). Tale differenza è così tradotta in una diminuzione di morte del 43%.

Perciò, conclude il capo-ricercatore, i risultati mostrano come l’adozione della doppia terapia potrebbe salvare numerose vite.

FONTE: Hundreds could be saved by new mix of prostate cancer therapies”, The Times 08/11/010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento