Treviso: Protocollo d’Intesa tra Provincia e Guardia di Finanza per la Difesa dell’Ambiente

La Provincia di Treviso firma un altro importante protocollo d’intesa per la tutela dell’ambiente e il
controllo del territorio. Dopo aver già sottoscritto un documento analogo con Guardia Forestale e nucleo Noe dei Carabinieri, oggi l’Amministrazione Provinciale sottoscrive
l’accordo con la Guardia di Finanza. Presenti in conferenza il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, Claudio
Pascucci, l’assessore provinciale alle Politiche Ambientali, Ubaldo Fanton, e il capo ufficio comando della Guardia di Finanza di Treviso, Vincenzo Corrado.

“Da qualche anno è in atto una convenzione per il controllo ambientale e in particolare dei rifiuti, già firmata con il Noe e il Corpo Forestale dello Stato –
spiega Muraro – con oggi entra a far parte di questa sinergia anche la Guardia di Finanza, che porterà il suo personale contributo per quanto riguarda il controllo fiscale.
È un’azione congiunta che permette un grande risparmio di burocrazia e ottimizza l’efficacia del controllo. Negli ultimi anni abbiamo rilevato 150 infrazioni,
compiute da aziende che nella maggior parte dei casi non sono del territorio”.

“Un plauso a questa Amministrazione Provinciale che dimostra grande sensibilità in materia, rendendo un servizio non solo al proprio territorio ma anche a tutto lo stato
– ha detto Pascucci – questo è un territorio virtuoso perché, pur non presentando le problematiche di altre regioni, ha saputo guardare avanti e leggere con
anticipo il futuro, prevenendo i problemi. Grazie alla condivisione dei database, il nostro lavoro può svolgersi nel migliore dei modi. Spesso, basta infatti incrociare i dati di
uscita e entrata di rifiuti per capire se ci sono problematiche”.

“Un protocollo come questo è un bene per tutta la comunità – ha detto Fanton – perché permette anche di scoprire fidejussioni false, evitando
così che aziende di smaltimento falliscano prima di conferire in modo corretto”.

L’Amministrazione Provinciale, al fine di razionalizzare le azioni di controllo di tipo ambientale, intende intensificare il proficuo rapporto di collaborazione esistente con il
Comando Provinciale di Treviso della Guardia di Finanza. Nell’ambito delle loro competenze e nel rispetto delle autonomie reciproche, si impegnano alla realizzazione dei seguenti
obiettivi comuni:

a) perseguire, nell’ambito delle proprie competenze, finalità di reciproca collaborazione attraverso lo scambio di informazioni e l’utilizzo delle Banche Dati di
reciproca pertinenza, nonché dei dati non sensibili relativi all’attività di tutela ambientale, secondo quanto previsto nelle normative comunitarie, nazionali e
regionali;

b) ricercare tutte le possibili forme di collaborazione al fine di migliorare la gestione ed il controllo delle attività connesse alla tutela ambientale, anche al fine di
prevenire infiltrazioni da parte della criminalità organizzata nazionale ed internazionale.

Leggi Anche
Scrivi un commento