Trasporto aereo, il Codacons: ogni anno spariscono un milione di valigie

Trasporto aereo, il Codacons: ogni anno spariscono un milione di valigie

Nel 2007 le compagnie aeree hanno smarrito definitivamente 1 milione di valigie in tutto il mondo. Un dato in crescita secondo il Consiglio degli Utenti del Trasporto Aereo (Auc) che ha
elaborato le stime.

“Le compagnie aeree sono responsabili della perdita dei bagagli – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – a tal fine, al di là delle norme sull’aviazione che prevedono rimborsi in
favore dei passeggeri, devono istituire un apposito fondo per risarcire in automatico gli utenti rimasti senza valigia o che hanno subito ritardi nella riconsegna. Troppo spesso, infatti,
l’entità dei rimborsi concessi è di molto inferiore al danno subito dai passeggeri, che non possono certo partire con gli scontrini degli oggetti inseriti nel bagaglio”.

Il Codacons ricorda ai consumatori le procedure da seguire per far valere i propri diritti in caso di ritardo nella consegna o smarrimento del bagaglio:

La contestazione relativa al bagaglio registrato deve essere scritta ed effettuata su appositi moduli (PIR –  Property Irregularity Reports), disponibili presso l’assistenza bagagli, la
compagnia aerea o il gestore aeroportuale. Il reclamo deve essere presentato o inviato alla compagnia aerea, a pena di decadenza, immediatamente e comunque entro 7 giorni dalla data di consegna
del bagaglio o, in caso di ritardo, entro 21 giorni dalla data di effettiva riconsegna. Il bagaglio si intende perso ove non sia giunto a destinazione entro 21 giorni dalla data prevista per la
riconsegna.

Per lo smarrimento ed il danno del bagaglio le regole si differenziano a seconda che le compagnie aeree siano comunitarie o abbiano comunque aderito alla Convenzione di Montreal del 1999 o non
vi abbiano aderito.

UE e Montreal. In caso di ritardo, il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino a 1000 DSP* (circa €.1.167,00) a meno che la compagnia aerea dimostri di aver preso tutte le misure
possibili per evitare il ritardo o che fosse impossibile adottare tali misure.

In caso di distruzione, perdita o danno del bagaglio registrato (consegnato al momento dell’accettazione) il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino a 1000 DSP* (circa €.1.167,00).
La compagnia aerea è responsabile anche se il suo comportamento è esente da colpa, salvo ci sia un difetto inerente al bagaglio stesso o la compagnia dimostri che la
responsabilità del danno è imputabile al passeggero o che lo stesso vi ha contribuito per negligenza, atto illecito od omissione

Il limite di 1000 DSP* ( circa €.1.167,00 ) potrà essere superato nel caso in cui il passeggero effettui, al più tardi al momento della registrazione, una dichiarazione
speciale di maggior valore del bagaglio salvo il pagamento dell’eventuale relativo supplemento.

In caso di distruzione, perdita o danno del bagaglio a mano, compresi gli oggetti personali, il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino a 1000 DSP* (circa €.1.167,00) solo nel caso
in cui il danno sia imputabile alla compagnia aerea.

No Montreal. In caso di distruzione, perdita o danno del bagaglio registrato il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino a 17 DSP * ( circa €. 20,00 ) per chilogrammo, salvo che la
compagnia non provi che essa e i propri ausiliari abbiano diligentemente adottato tutte le misure necessarie e possibili per evitare il danno. Il limite di 20 euro potrà essere superato
nel caso di dichiarazione di maggior valore del bagaglio. Per lo smarrimento o i danni al bagaglio a mano, il passeggero ha diritto ad un risarcimento fino a 332 DSP* ( circa € 388,00 )
solo nel caso in cui il danno sia imputabile alla compagnia aerea.

Leggi Anche
Scrivi un commento