Trascorrere la Pasqua in Repubblica Ceca

Trascorrere la Pasqua in Repubblica Ceca

SI SCRIVE VELIKONOCE, SI LEGGE PASQUA

Ha tutta la sacralità degli eventi religiosi senza rinunciare al colore e al folklore delle feste popolari la Pasqua celebrata in Repubblica Ceca. Si chiama Velikonoce e per tradizione al tempo stesso rende omaggio alla passione e resurrezione di Cristo e dà un gioioso
benvenuto alla primavera. D’altro canto, lo sa bene il popolo ceco, qualcuno si dovrà pur ringraziare per quel miracolo che si rinnova ogni anno, per quel risveglio della natura che
improvvisamente si scuote dal torpore invernale e regala paesaggi bucolici…

Con le belle giornate, il clima finalmente mite e una contagiosa aria di festa, Pasqua -oltre che una sentita festa religiosa- è il momento migliore per regalarsi una vacanza in
Repubblica Ceca. Una vacanza durante la quale farsi affascinare dalla campagna ceca che si veste di nuovo e assistere a rituali di ieri, assaggiare leccornie di stagione, respirare atmosfere
uniche, approfittare di un vivace calendario culturale, rivivere il passato e godere il presente assecondando il proprio desiderio di sport all’aria aperta o al contrario di relax
assoluto…

Sono tanti i must della Pasqua in Repubblica Ceca. Vediamoli.

I MERCATINI: SHOPPING E CREATIVITA’

Meno noti di quelli di Natale, i mercatini tradizionali e artigianali di stagione sono la vera sorpresa di Pasqua. Coloratissimi, ridondanti di oggetti e prelibatezze tipiche affollano le
piazze delle grandi città ma anche quelle di centri minori ovunque in Boemia, Moravia e Slesia. Nella capitale -animata per l’occasione anche da danze e musiche popolari- sono in
calendario dal 9 aprile al 1° maggio, nella piazza della Città Vecchia e in piazza Venceslao (www.praguewelcome.cz). Tra gli stand si trovano souvenir e prodotti tipici come uova
colorate, sonagli in legno, fruste di salice intrecciato dette pomlazka e agnellini dolci.

A Znojmo (www.znojmocity.cz), in Moravia meridionale, l’appuntamento è invece dal 17 al 27 aprilecon un ricco programma di festeggiamenti, i caratteristici mercatini di artigianato
locale, numerosi eventi culturali e animazione per bambini.

Da non perdere anche i mercatini di Opava (www.infocentrum.opava.cz), in Slesia, in programma dal 12 al 27 aprile. A Melnik il Museo Regionale (www.muzeum-melnik.cz) propone un’interessante
rassegna di arti tradizionali come la produzione di uova colorate e decorate, di fruste intrecciate e cesti di salice. A Telc (www.telc-etc.cz), gioiello antico sotto tutela Unesco, la Festa di
benvenuto alla primavera, il 16 aprile prende i colori e i profumi della Pasqua.

Atmosfere uniche e tipiche anche a Zlin (www.zlin.eu, dal 21 al 24 aprile) e a Pilsen (www.icpilsen.cz, dal 17 al 25 aprile).

GIARDINI IN FIORE, DIMORE IN FESTA

A prestare la loro elegante scenografia a eventi, celebrazioni e iniziative pasquali sono anche numerosi castelli e antiche dimore della Repubblica Ceca, spesso circondati da parchi e giardini
che già celebrano la primavera. Tra tante, il castello di Krivoklat (www.krivoklat.cz) dal 23 al 25 aprile ospiterà la “Pasqua ducale”: mercatini a tema, concerti, Santa Messa e
spettacoli teatrali ed esibizioni di saltimbanchi.

Villa di Veltrusy (www.zamek-veltrusy.cz), in Boemia centrale, il 16 aprile ospiterà un vivace mercatino, con accompagnamento musicale e spettacoli teatrali.

Sempre il 16, con replica il 17, si festeggia anche al castello di Slesia e Ostrava (www.cerna-louka.cz) con pregevole artigianato locale, balli e musica popolari, prelibatezze a base di maiale
e un concorso per l’uovo di Pasqua più bello.

PASQUA DA EDEN

Pernstejn nad Bystrici è un altro dei castelli che nel periodo pasquale accolgono mercatini e iniziative a tema. Tra i più bei castelli boemi, si trova nella Regione di Bystrice
che lo scorso anno ha ricevuto il prestigioso riconoscimento della EDEN, ovvero la European Destination of Excellence.

Per festeggiare la Pasqua la Commissione invita anche a un viaggio d’atmosfera sulla ferrovia a scartamento ridotto Jindrichuv Hradec (www.jhmd.cz), in programma il 23 aprile con
intrattenimenti, giochi e gare.

A Brezove Hory, nella Provincia di Pribram, il museo dei minatori (www.muzeum-pribram.cz) racconta come veniva festeggiata la Pasqua tra sudore, fatica e rischi.

Al Tempio del Luppolo e della Birra di Zatec (www.chchp.cz) vanno in scena i mercatini di Pasqua ma anche la profumata cucina di primavera.

NEL SEGNO DELLA TRADIZIONE

A Pasqua ce n’è davvero per tutti i gusti in Repubblica Ceca, ma è sempre la tradizione a farla da padrona. Le radici cristiane si mescolano a riti e usanze popolari.
Oggetti-simbolo della Pasqua ceca sono le uova colorate ma soprattutto la tipica frusta intrecciata con ramoscelli di salice e nastri variopinti, chiamatapomlazka, e realizzata in diverse
misure. La tradizione vuole che il lunedì di Pasqua i ragazzi e gli uomini adulti vadano di casa in casa a chiedere un’offerta e colpiscano scherzosamente con la frusta ragazze e donne
che, per indurli a smettere, li omaggiano con uova colorate. Qualcuna però non cede al “ricatto” e reagisce versando loro acqua fredda sulla testa. In realtà i colpi di frusta non
vogliono essere un atto di violenza, ma al contrario regalare alle donne bellezza e giovinezza per tutto l’anno, o almeno così vuole la tradizione.

Un’altra usanza, ancora molto diffusa in certe regioni, è quella dei sonagli di legno. Dal giovedì al sabato Santo i ragazzi girano per le strade facendoli suonare per richiamare
la gente in chiesa, così come si faceva quando mancavano le campane, trasferite a Roma.

TANTE TENTAZIONI, MA SOLO PER LA GOLA

Dopo i sacrifici della Quaresima, la Pasqua in Repubblica Ceca prende tutti per la gola. Al periodo appartengono alcune delle specialità più golose della gastronomia ceca,
leccornie che non si possono gustare in nessun altro periodo dell’anno. Come il beranek (un agnello ricoperto di zucchero o di glassa al cioccolato), la jidase (treccia dolce che simboleggia la
corda con cui si impiccò Giuda), il mazanec (piccola pagnotta di pasta lievitata), il pernik (pan di zenzero) e il bozi milosti (che si traduce letteralmente “Grazia di Dio” ed è
un dolce fritto e zuccherato). E poiché, come detto, Pasqua è anche un inno alla nuova stagione, in questo periodo in tavola non può mancare il minestrone di verdura
primaverile e nella farcitura del pollame sono protagoniste giovani, tenere ortiche.

LA NUOVA PRIMAVERA DEL CORPO, ALLE TERME

La Pasqua è una festa dell’anima ma la primavera è una festa di tutti i sensi e anche il corpo si risveglia finalmente dal torpore dell’inverno. Per aiutarlo a rigenerarsi e a
recuperare energie, la Repubblica Ceca invita a scoprire le sue leggendarie terme. Nella sola Boemia si può scegliere tra ben 37 diverse destinazioni. Speciali pacchetti per la Pasqua
sono stati approntati da diverse località termali, come per esempio Velke Losiny (www.lazne-losiny.cz), Podebrady (www.lazne-podebrady.cz), Marianske Lazne (www.marianskelazne.cz),
Frantiskovy Lazne (www.franzensbad.cz) e le Terme di Libverda, nei Monti Iser (www.lazne-libverda.cz).

GLI ALTRI APPUNTAMENTI DELLA STAGIONE

Fino al 6.7.2011
Leggende antiche della Boemia
Il museo nazionale ha preparato la mostra Leggende antiche della Boemia, che presenta il periodo più antico delle leggende boeme.
www.nm.cz

30.4.2011 – 1.5.2011
Krumlov magico
Lasciatevi affascinare da Cesky Krumlov in maggio e salutate la primavera in questa bellissima città storica. Vi aspettano un ricco programma culturale, giochi e gare per bambini, musica
e molto altro ancora.
www.ckrumlov.cz

Fino al 10.7.2011
Tesori di Moravia
La mostra presenta, in modo nuovo e originale, le relazioni storico-culturali della Moravia nell’arco del tempo.
www.mzm.cz

1.5.2011
Apertura della stagione di navigazione sul canale di Bat’a
In questo giorno avviene l’apertura simbolica accompagnata da un programma culturale, gite in barca e altre attività.
www.batacanal.cz

1.5.2011 – 15.5.2011
Inizio della stagione termale
I bagni cechi sono aperti tutto l’anno ma, all’inizio di maggio, l’avvio della stagione principale delle terme è sempre un grande avvenimento pubblico.
www.kudyznudy.cz

5.5.2011 – 8.5.2011
Praga di Mozart
La figura del compositore W.A.Mozart appartiene essenzialmente a Praga e non c’è da meravigliarsi se la sesta edizione del festival internazionale a concorso di cori e gruppi strumentali
porta il suo nome.
www.choirs.cz

12.5.2011 – 4.6.2011
Primavera di Praga 2011
La celebre Primavera di Praga è un appuntamento imperdibile per eccellenti artisti a livello mondiale, orchestre sinfoniche e orchestre da camera e per il pubblico. Una cinquantina i
concerti di una locandina di altissimo livello, che richiama circa quarantamila spettatori. E’ uno degli eventi culturali più importanti in Repubblica Ceca. Obecni dum, la Casa Civica
è sede privilegiata della manifestazione; nella splendida sala Smetana si tiene ogni anno il concerto inaugurale del festival, proprio nell’anniversario della morte (11 maggio 1884) del
compositore ceco Bedrich Smetana: viene allora eseguita la sua travolgente opera sinfonica La mia Patria. Per circa tre settimane concerti, rappresentazioni e balletti animano vari luoghi della
città, primo tra tutti Rudolfinum.
www.festival.cz


COME ARRIVARE

In aereo

Czech Airlines (CSA), la compagnia aerea di bandiera, collega con 2 voli giornalieri gli aeroporti Milano Malpensa, Bologna, Roma Fiumicino e Venezia a Praga. Check-in online, biglietto
elettronico e prenotazioni voli suwww.czechairlines.it, al call center 199 309 939 o nelle agenzie di viaggio.

Praga dall’Italia si raggiunge inoltre con Wizzair (www.wizzair.com), Wind Jet (www.volawindjet.it), Easy Jet(www.easyjet.com), Lufthansa (www.lufthansa.it) e Smartwings (www.smartwings.com). E
da novembre è operativo anche il collegamento Brno-Milano (Orio al Serio) di Ryanair (www.ryanair.com).

Ferrovie Ceche

Una volta arrivati in Repubblica Ceca, il treno è tra i mezzi di trasporto migliori per poter raggiungere le diverse mete all’interno del Paese. Le Ferrovie Ceche (Ceske drahy)
dispongono di una fitta rete di collegamenti interni:www.idos.cz

In auto

Per chi viaggia in automobile la strada più breve passa attraverso il Brennero per poi proseguire verso Innsbruck, Monaco di Baviera e Ratisbona fino alla frontiera. Un secondo
itinerario, da preferire nei periodi di affollamento del Brennero, passa per la Svizzera attraverso il valico di Como-Chiasso, prosegue verso il lago di Costanza e passa da Norimberga. Per chi
invece deve deve raggiungere Brno – il capoluogo della Moravia, la strada più breve passa da Tarvisio attraversando l’Austria in direzione di Vienna.

In pullman

Studentagency (www.studentagency.cz), Eurolines (www.eurolines.it), Tourbus (www.tourbus.cz).

INDIRIZZI UTILI

Ente Nazionale Ceco per il Turismo
Via G. B. Morgagni, 20 – 20129 Milano
Tel. 02 20422467, fax 02 20421185
info-it@czechtourism.com – www.turismoceco.itwww.133premier.cz

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento