Torna 100 strade per giocare di Legambiente

Rubabandiera, nascondino, campana, giochi spesso dimenticati anche perché il traffico e i cambiamenti urbani li hanno resi impossibili, almeno per un giorno, invece, domenica 6 aprile,
con la quattordicesima edizione di 100 Strade per Giocare di Legambiente alcune vie e piazze in tutta Italia saranno off limits per le automobili e aperte solo alla fantasia dei bambini e degli
artisti di strada.

L’obiettivo dell’iniziativa, infatti, è proprio di consentire ai più piccoli (e alle famiglie) di riappropriarsi degli spazi cittadini, animandoli di persone e non di macchine, e
offrendo inoltre l’occasione di realizzare in piazza anche concerti, mostre, spettacoli e buffet di prodotti tipici. Un modo per godere di una città libera dallo smog e un invito a
ripensare gli spazi pubblici, a immaginarli più fruibili, più sostenibili, meno trafficati e pericolosi. Insomma, una giornata di gioco e insieme una manifestazione per chiedere
una città a misura di bambino. Ecco perché Legambiente, in occasione di 100 Strade per Giocare, lancia una consultazione rivolta ai ragazzi che nelle piazze potranno compilare una
cartolina indicando al sindaco le emergenze urbane e proponendo soluzioni.

«Il nostro Paese ospita le città più belle del mondo, ricche di monumenti storici, beni culturali e archeologici. Nello stesso tempo però smog, traffico e mancanza di
spazi verdi impediscono ai cittadini di godere pienamente di questa bellezza – ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza – Tra i più penalizzati
dall’attuale modello urbano ci sono i bambini che raramente hanno la possibilità di godersi una città tranquilla, piacevole, giocosa».

Leggi Anche
Scrivi un commento