Torino: Slow Food on Film @ Salone del Gusto 2008

Torino: Slow Food on Film @ Salone del Gusto 2008

 

Trenta film provenienti da 15 nazioni. Undici categorie per tratteggiare un solo filo conduttore: il racconto e l’immaginario sul cibo. Sono queste le premesse con cui il Salone
del Gusto ospiterà ogni pomeriggio dal 23 al 27 ottobre Slow Food on Film, sulla scia della quarta edizione del festival svoltosi a Bologna lo scorso maggio. Documentari,
lungometraggi e corti selezionati da Slow Food e Cineteca di Bologna; 55 proiezioni che mirano a costruire un viaggio alle radici del cibo ai quattro angoli del mondo cinematografico,
testimoniando come la cultura alimentare sia veicolo di comunicazione per storie di uomini, politica e società.
Tutte le proiezioni si terranno presso la Sala Amaranto (Galleria Visitatori) del Lingotto di Torino. L’ingresso è libero fino a esaurimento posti per il pubblico del
Salone del Gusto.
Per informazioni: www.salonedelgusto.it

Giovedì 23 ottobre

Ore 16,00
Categoria Food Workers vol. I

Ainda Ha Pastores? / Ci sono ancora i pastori?
Jorge Pelicano
(Portugal, 2006, 73’)

Una valle isolata e dimenticata, situata sulla più alta montagna del Portogallo, nasconde gli ultimi e veramente autentici pastori della Serra da Estrela. Non c’è
elettricità, non ci sono servizi pubblici che garantiscano il servizio idrico e le strade non sono asfaltate. Al giorno d’oggi i più vecchi stanno morendo, e i
più giovani non mostrano alcun interesse per il faticoso mestiere di pastore. Hermínio, 27 anni, è il più giovane pastore di questa valle. Per quanto tempo
continuerà con questo lavoro? Dopo tutto, esistono ancora i pastori? Ne è rimasto qualcuno? Le storie che abitano in questa valle racchiudono le risposte a tutti questi
interrogativi.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Ore 18,00
Categoria Food Workers vol. II

Seu Bené vai pra Itàlia / Il signor Bené va in Italia
Manuel Carvalho
(Brazil, 2006, 52’)

Benedito Batista da Silva, contadino, 60 anni, è un’istituzione nella produzione di farina di manioca nello stato di Pará, in Amazzonia. «Seu bené vai
pra Itália» racconta il suo viaggio da Bragança a Torino (Terra Madre), e poi di nuovo a casa: l’incontro di diverse culture, di piccoli contadini da tutto il
mondo e l’incanto del contatto con la cultura europea e del profondo legame affettivo che nasce tra Mr. Bené e la famiglia che lo ospita. In questa fantastica avventura
antropologica cadono barriere culturali, economiche e addirittura fisiche: c’è ancora speranza per i piccoli produttori brasiliani.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Kor ar Fina / Le mucche sono belle
Stefan Jarl
(Sweden, 2007, 13’)

«Piccolo è bello» era una volta uno slogan, ma ai giorni nostri il significato ha una connotazione negativa: piccoli contadini devono vendere le loro mucche da latte
per sopravvivere. Il latte è acquistato da altri paesi.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Plac / Il mercato
Ana Hausman
(Croatia, 2006, 10’)

Plac racconta il rifornimento di cibo in vista dell’inverno…
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Apple & Ei
Ahmet Tas
(Germany, 2007, 8’)

Nei mercati di una qualsiasi città europea, si possono trovare venditori stranieri di cibo intenti a cantare. L’integrazione sembra essere una nuova forma di
colonizzazione: gli emigranti possono cantare un’intera giornata e guadagnare 20 euro.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Il poeta della grappa
Stefano Scarafia
(Italia, 2006, 10’)

Romano Levi produce grappa con un metodo tradizionale ed è rimasto l’unico al mondo. Le sue bottiglie si possono trovare in alcuni dei migliori ristoranti e l’ex
cancelliere Schroeder è uno dei suoi clienti. Ma Romano non fa nulla per promuovere la sua attività, se non dipingendo con le sue mani ogni etichetta.

Ore 20,00
Categoria Food Workers vol. I

Ainda Ha Pastores? / Ci sono ancora i pastori?
Jorge Pelicano
(Portugal, 2006, 73’)

In lingua originale con sottotitoli in Inglese.
Vedi ore 16,00

Venerdì 24 ottobre

Ore 15,00
Categoria Food Workers vol. II

Seu Bené vai pra Italia / Il Signor Bené va in Italia
Kor ar Fina / Le mucche sono belle
Plac / Il mercato

Apple & Ei
Il poeta della grappa

Vedi giovedì 23

Ore 17,00
Categoria Slow Fish

Cry Sea / Un mare di lacrime
Luca Cusani, Cafi Mohamud
(Italia, 2007, 55’)

In Senegal cinquecento navi europee iper-tecnologiche solcano le acque nazionali pescando gigantesche quantità di pesce per il mercato europeo; contemporaneamente quindicimila
piroghe provano ogni giorno a prendere quello che rimane, e con questo a nutrire 600.000 persone. I pescatori senegalesi per la ricerca del pesce si basano sull’osservazione dei
movimenti dell’acqua, sul riflesso della luna sulle scaglie e sull’uso di speciali amuleti ricevuti dalle guide spirituali dei loro villaggi. Gli esperti affermano che nel
giro di dieci anni non ci sarà più pesce nelle acque del Senegal, e sarà una tragedia.
In lingua originale con sottotitoli in Italiano.

Quit India / Lasciate l’India
Alice Concari
(India – Italia, 2006, 12’)

Lasciate l’India è il motto usato da Gandhi durante la lotta contro il dominio britannico. Viene qui riproposto attraverso il lavoro del movimento nonviolento di
Krishnammal e Jagannathan, che si oppone alla costruzione degli allevamenti intensivi di gamberi in Tamil Nadu. Questo progetto di sviluppo, nato in seno alla Green Revolution, si
diffonde in India intorno agli anni ‘90 e altro non è che una nuova forma di dominio economico da cui si ricavano prodotti scadenti destinati al mercato internazionale.
Attraverso i racconti di Krishnammal, si getta luce sulle dinamiche locali della globalizzazione; e proprio infrangendo l’idea del villaggio globale, emergono le vittime di un
tale percorso: i lavoratori sottopagati e i consumatori ingannati.
In lingua originale con sottotitoli in Italiano.

Boomrang
Daryoush Gharibzadeh
(Iran, 2007, 7’)

Un bambino è su una spiaggia tanto grande da sembrare infinita. È un po’ diverso da altri bambini, così come lo è il suo modo di pescare…

Ore 19,00
Categoria Italian Food Shorts

Amatriciana
Lucio Zagara
(Italia, 2007, 18’)

Davide ha sette anni ed è inappetente, al punto che un giorno cade in terra privo di forze. Al suo risveglio, un’infermiera si prenderà cura di lui, e
riuscirà a fargli ritrovare l’appetito.

Brodo di ombelico
Giuseppe Gagliardi
(Italia, 2008, 10’)

La passione di un giovane pastaio per l’ombelico della sua amata si trasforma in ispirazione.

Domingo Frango Assado / Il pollo arrosto della domenica
Federico Mutti
(Brazil, 2006, 20’)

È la storia di due bambini di umile estrazione sociale che entrano in contatto col misterioso mondo del Candomblè dopo il furto di un pollo. Candomblè è una
religione afro-brasiliana, un sincretismo di credenze religiose importate dall’Africa del periodo coloniale.

L’oro rosso
Cesare Fragnelli
(Italia, 2007, 12’)

Erika, una giovane moglie rumena, si trova di colpo a fare i conti con un ricordo così feroce e terribile da non poterlo cancellare. Deve trovare la forza per non crollare
davanti alla sua bambina Elena, ma in realtà sono proprio le domande innocenti della piccola che iniziano a tormentarla e la riportano con violenza al passato, al balordo
Giovanni, rozzo schiavista pugliese e al suo spietato caporale Michele.

Ore 20,00
Categoria Slow Fish

Cry Sea / Un mare di lacrime
Quit India / Lasciate l’India
Boomrang
Vedi ore 17,00

Sabato 25 ottobre

Ore 15,00
Categoria Italian Food Shorts

Amatriciana
Brodo di ombelico
Domingo Frango Assado
L’oro rosso
Vedi venerdì 24

Ore 16,00
Categoria Food & Politics vol. I

Sadot Adumin / Campi di Fragole
Ayelet Heller
(Israel, 2006, 60’)

Immaginiamo una storia di speranza, frustrazione, occupazione, globalizzazione e politica che ruota attorno ad un piccolo frutto rosso: è l’avventura di una fragola che
sogna la libertà. Le piante arrivano da Israele a Gaza, dove, nei campi di Beit Lahiya, vengono coltivate per rifornire il mercato europeo. Gli stessi campi di fragole, dove il
ciclo agricolo è documentato parallelamente agli eventi politici che coinvolgono i coltivatori, divengono teatro di guerra e delle tristi violenze che la accompagnano. I colori
brillanti dello splendido scenario campestre, passano quindi in secondo piano in una terra dove a governare non sono più le leggi della natura, ma quelle
dell’Occupazione.
In lingua originale con sottotitoli in Italiano.

Michael Schmidt: Organic Hero or Bioterrorist? / Michael Schmidt: eroe biologico o bio-terrorista?
Norman Lofts
(Canada, 2008, 47’)

Dal 1938 in Canada è illegale vendere o distribuire latte crudo. Nel novembre 2006, non appena Michael Schmidt ha imboccato la stradina di campagna con il suo vecchio furgone blu
per rifornire di latte crudo i suoi soci a Toronto, 25 poliziotti armati hanno fatto irruzione nelle sue fattorie di Glencolton, confiscando latte, macchinari per la produzione del
formaggio, computers e archivi. Questo documentario segue per un anno gli sforzi di un produttore attivista canadese che vuole fornire ai clienti il suo «latte fresco di
fattoria» e al tempo stesso vuole resistere alle autorità. Schmidt si sta ora preparando per il processo che lo attende il 23 Maggio 2008, cercando di trovare una soluzione
politica che renda nuovamente legale la vendita di latte crudo in Canada.
In lingua originale.

Ore 18,00
Categoria Food Students

Alla ricerca del Grande Fiume
Dario Leone
(Italia, 2008, 51’)

L’università di scienze gastronomiche in viaggio! 154 studenti in bicicletta dalla sorgente alla foce del Po.
In lingua originale.

Open Sesame / Apriti Sesamo
Shelly Federman
(Israel, 2007, 6’)

Un’affascinante anarchica mette in scena una singolare protestare contro la proibizione israeliana di importare dai territori occupati della Palestina il «Jamal
Tahini». Protagonista Michal Ansky, studente del Master SF di Colorno.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Ore 19,00
Categoria Great Food Shorts vol. I

Coffe & Allah
Sima Urale
(New Zealand, 2007, 14′)

Quando una tazza di caffè è un dono di Allah.
In lingua originale.

El Castigo / La punizione
di Isabel Ayguavives
(Spain, 2006, 17’)

La famiglia pranza a tavola ogni giorno. Il problema sorge quando il più piccolo si rifiuta di mangiare il fegato…
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Hard to Swallow / Difficile da ingoiare
di Mat Kirkby
(UK, 2007, 12’)

Tre coppie e un gatto condividono il pranzo della domenica.
In lingua originale.

Chocolate Jung-Dok / Drogata di cioccolato
di Hyun-ju O
(South Korea, 2008, 28’)

Una giovane correttrice di bozze con l’aiuto del cioccolato entra in contatto con la scrittrice del libro a cui sta lavorando.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Mammal / Mammifero
Astrid Rieger
(Germany, 2007, 7’)

I tentativi di un adolescente di affrancarsi dall’influenza – e dal cibo – della madre.

Ore 20,00
Categoria Food & Politics I

Sadot Adumin / Campi di fragole
Michael Schmidt: Organic Hero or Bioterrorist? / Michael Schmidt: eroe biologico o bio-terrorista?
Vedi ore 16,00

Domenica 26 ottobre

Ore 14,00
Categoria Great Food Shorts vol. I

Coffe & Allah
El Castigo / La punizione
Hard to Swallow / Difficile da ingoiare
Chocolate Jung-Dok / Drogata di cioccolato
Mammal / Mammifero
Vedi sabato 25

Ore 16,00
Categoria Golden Snails

Lo Que Trae La Lluvia / Quando arriva la pioggia
Alejandro Fernàndez Almendras
(Chile, 2006, 14′)

Il vecchio contadino lava via il fango mentre la moglie prepara il formaggio da vendere sul bordo della strada.
Best Short Slow Food on Film 2008.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Silent Snow / Neve silenziosa
Jan Van Der Berg
(The Netherlands, 2007, 14’)

Due ragazze in Groenlandia viaggiano verso un villaggio che sta scomparendo.
Best DOC – Under 35’ Slow Food on Film 2008.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

The Price of Sugar / Il prezzo dello zucchero
Bill Haney
(USA, 2006, 90’)

A Santo Domingo i lavoratori haitiani nelle piantagioni di canna da zucchero sono schiavizzati, ma un uomo li sta aiutando a cambiare le cose.
Best DOC Slow Food on Film 2008.
In lingua originale.

Ore 18,30
Categoria Food Workers vol III

Storia di Terra e di Rezdore
Antonio Cerchi e Nico Lusoli
(Italia, 2008, 40’)

Uno straordinario documentario sulla cultura contadina in Emilia Romagna.
In lingua originale.

Ore 20,00
Categoria Golden Snails

Lo Que Trae La Lluvia / Quando arriva la pioggia
Silent Snow / Neve silenziosa
The Price of Sugar / Il prezzo dello zucchero
Vedi ore 16,00

Lunedì 27 ottobre

Ore 16,00
Categoria Food Workers vol. IV

King Corn / Il Re Mais
di Aaron Wolf e Curtis Ellis
(USA, 2007, 90’)

Due amici alla scoperta dell’ingrediente più diffuso dell’alimentazione americana, il mais, comprano un ettaro di terreno per coltivare il «King
Corn».
In lingua originale.

Ore 18,00
Categoria Slow Food People

La Culla delle Aquile
Alessandro Pugno
(Italia, 2008, 53’)

Questa è la storia di alcuni di noi, di un gruppo di persone che, vivendo isolati dal mondo moderno, hanno mantenuto una purezza ed una chiarezza mentale che per noi, poveri
cittadini urbani e suburbani, si va a perdere ogni volta che torniamo a casa e accendiamo la televisione Guido, Giuliana, Anna, Francis e gli altri personaggi di questa storia hanno
operato una scelta di vita a contatto con la natura: vivono in un paesino arroccato sulle Alpi Liguri, le loro radici sono nella montagna e da essa traggono il loro sostentamento
quotidiano. Sono in pochi, ma si bastano perché si vivono fino in fondo. Curando il loro paesino e mantenendone intatta la memoria, custodiscono una culla per il futuro
dell’umanità.
In lingua originale.

Ore 19,00
Categoria Great Food Shorts vol. II

L’age de raison / L’età della ragione
(France, 2004, 35mm, 13’)
Myriam Aziza

Deborah è una bambina nata e cresciuta in Francia nella stretta osservanza della fede e delle tradizioni ebraiche. Non le resta che sottoporre le dogmatiche prescrizioni
religiose a una verifica sperimentale, solo dopo la quale sente di avere conquistato la libertà.
Chiocciola d’oro Slow Food on Film 2004.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Das Mass Der Dinge / La misura delle cose
Sven Bohse
(Germany, 2005, 36’)

Un film turbolento che parla di arte, amore e della migliore zuppa al mondo.
In lingua originale con sottotitoli in Inglese.

Ore 20,00
Food Workers vol. IV

King Corn
Vedi ore 16,00

Il Salone Internazionale del Gusto, organizzato da Slow Food, Regione Piemonte e Città di Torino, giunto alla settima edizione, è un mercato del cibo, un luogo
d’incontro e aggregazione dove si praticano l’economia e lo scambio, integrati da dosi massicce di cultura gastronomica e di consapevolezza etica e sociale. Ma è anche un
modello di mercato, che mette in scena per cinque giorni, all’interno dei padiglioni di Lingotto Fiere, le forze positive del cibo buono, pulito e giusto impegnate a praticare nel
mondo, tutto l’anno, consapevolmente o no, la filosofia di Slow Food.

Terra Madre, realizzato da Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, Cooperazione Italiana allo Sviluppo – Ministero Affari Esteri, Regione Piemonte, Città di
Torino e Slow Food in collaborazione con Coldiretti Piemonte e Fondazione CRT, è il meeting internazionale delle comunità del cibo. Nasce dalla rete di contatti e
connessioni tra coloro che nel mondo coltivano, trasformano, commercializzano, cucinano, impegnati a rafforzare le modalità di produzione locale, tradizionale e
sostenibile.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento