Top 101 ristoranti di Newsweek, premiati sette italiani

Top 101 ristoranti di Newsweek, premiati sette italiani

Nel mutevole mondo della gastronomia, ci sono due certezze. La prima, nell’elenco dei migliori ci saranno sempre locali italiani. La seconda, non dare niente per scontato, perché il cibo
di classe ha origini non convenzionali.

Questa la lezione di “Europe 101 Best Place to Eat”, la top 101 dei ristoranti nel
Vecchio Mondo, stilata da Newsweek. La classifica nasce dai viaggi e dai controlli di 53 maestri chef della rivista, che hanno viaggiato, assaggiato, preso nota.

Ecco allora che l’albo d’oro dei migliori 101 ospita 7 locali italiani.

Primo fra gli eletti tricolori è il Caffè Duomo di Firenze. A raccomandarlo, Tim Love, chef del Lonesome Dove Western Bistrò a Fort Worth, Texas, conquistato dalla
bistecca d’agnello e dagli spaghetti alla carbonara.

Ecco poi l’Osteria Giusti, di Modena. Il suo esaminatore è stato Brandon McGlamery, del Prato di Winter Park, in Florida. Il suo giudizio positivo si basa sul tandem gestione
famigliare- tortellini in brodo.

Cortona è un piccolo centro nelle vicinanze di Arezzo, ma può vantare ben due locali.

Il primo è La Bucaccia, ristorante familiare ricavato dalla cantina dei vini di un castello del 1200.

La sua esaminatrice, Heather Terhune del Sable Kitchen & Bar di Chicago. Nella sua relazione vengono esaltati, l’atmosfera medievale, i ravioli fatti a mano (specie se con ripieno di
castagne) e la mousse di fegato di polli

Il secondo è un camioncino che vende porchetta. Lo chef Heather Terhune del Sable Kitchen & Bar di Chicago, si è imbattuta nei suoi prodotti a base di maiale vagando
per le vie del borgo. Come ammette lei stessa, il camioncino le ha fatto scoprire “Le incredibili possibilità del cibo da strada italiano”.

Posto a Cormons (AO), il Relais La Subsida, è stato passato al setaccio da Lindia Bastianich. Secondo la figlia d’arte, i meriti della cucina stanno nello stinco di vitello e
soprattutto nella polenta con porcini e cinghiale brasato.

Molto pittoresca la venditrice di cibo da strada della periferia di Bari.

Jamie Oliver, famoso per essere stato nominato riformatore delle mense scolastiche UK da Tony Blair, la descrive come “Una donna molto anziana, credo abbia un solo dente, seduta su un basso
sgabello davanti ad un mucchio di polenta, che sembra una pila di lingotti d’oro”.

Come spiega Oliver, la signora frigge la polenta nell’olio, la condisce con sale marino e la serve ancora calda in un cono di carta. Secondo l’inglese, il prodotto finale è
“Meravigliosamente delizioso”.

Infine, sempre da Firenze, la Trattoria Costanza viene segnalata da Fergus Henderson, cuoco del St.John, di Londra. Meriti del locale, il pollo fritto ed una fiorentina di assoluto
livello.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento