Terni: CISL e CGIL chiedono la salvaguardia degli sportelli decentrati

 

La riorganizzazione su base regionale del servizio riscossione tributi deve salvaguardare il rapporto fra ente e cittadino. E’ questo in sostanza quanto hanno chiesto Fiba-Cisl e
Fisac-Cgil i cui rappresentanti sono stati ricevuti ieri dalla Conferenza dei Presidenti di Gruppo di Palazzo Bazzani. I sindacati hanno illustrato il piano di razionalizzazione
aziendale deciso dai vertici del servizio riscossione auspicando un impegno da parte del Consiglio provinciale per garantire i servizi di prossimità per il cittadino, con il
mantenimento degli sportelli decentrati sul territorio provinciale.

«Abbiamo preso atto del progetto aziendale e delle richieste sindacali – commenta il Presidente del Consiglio provinciale, Giuseppe Ricci-la prossima settimana incontreremo le
altre sigle sindacali per completare il quadro di riunioni con le parti sociali al fine di predisporre un ordine del giorno unitario da sottoporre al Consiglio».

 

Leggi Anche
Scrivi un commento