Tenuta Mazzolino conquista Slow Wine! Si aggiudica il premio Bottiglia per la Cantina e il riconoscimento Vino Slow per il Noir 2017

Tenuta Mazzolino conquista Slow Wine! Si aggiudica il premio Bottiglia per la Cantina e il riconoscimento Vino Slow per il Noir 2017

Non una semplice Guida, ma un modo di pensare il mondo del vino, questa è la filosofia Slow Wine: riflettori puntanti sui luoghi e sulle persone che lavorano in vigna e in cantina per dar vita a vini di grande respiro. Così i riconoscimenti assegnati sono davvero importanti per Tenuta Mazzolino, perché è perfettamente in sintonia con la loro filosofia “slow” fatta di attenzione al dettaglio, amore e rispetto per la vigna e un grande e appassionato lavoro tra i filari e in cantina.

La realtà enoica sulle colline ad ovest di Casteggio, nel cuore dell’Oltrepò è stata insignita del premio Bottiglia, ovvero il riconoscimento assegnato quest’anno alle aziende che hanno espresso un’ottima qualità per tutte le bottiglie presentate alle degustazioni organizzate da Slow Wine.

“Siamo davvero orgogliosi di questi premi”, afferma Francesca Seralvo, terza generazione alla guida della Tenuta, dal 2015 timoniere della squadra di lavoro e capofila di un progetto che mira a proporre vini legati al territorio ma con un respiro internazionale. “E’ un attestato di stima al nostro lavoro appassionato e al nostro impegno quotidiano”. Un premio corale, dunque. Al quale si affianca anche una “medaglia” mirata al Noir 17, un Pinot Nero di razza, il vino di punta della cantina, l’enfant terrible dei vitigni, che l’Oltrepò di Tenuta Mazzolino trasforma – grazie al lavoro dell’enologo in cantina Stefano Malchiodi e il consulente di fama internazionale Kyriakos Kynigopoulos – in un vino rosso elegante e corposo, con un profilo aromatico borgognone, raffinate note di frutti rossi, fiori e cuoio. Un vino di carattere, morbido al palato e persistente in bocca. Un vino indubbiamente Slow!

Leggi Anche
Scrivi un commento