‘Tassa sul grasso’ in aereo: Favorevoli o contrari?

‘Tassa sul grasso’ in aereo: Favorevoli o contrari?

Il sondaggio è stato realizzato in seguito alle recenti dichiarazioni dell’economista norvegese Bharat P. Bhatta, secondo il quale un modello di prezzo in base al peso dei
passeggeri
potrebbe portare benefici alle compagnie aeree sotto forma di tariffe più economiche e di ridotte emissioni di carbonio.

Il 41% degli intervistati da Skyscanner, sito leader in Europa
nella comparazione dei prezzi dei voli, si è dimostrato contrario a questo eventuale tipo di provvedimento.

Tra i viaggiatori a favore di una possibile ‘tassa sul grasso’ da parte delle compagnie aeree, circa tre quarti (71%) pensano che i passeggeri in sovrappeso dovrebbero pagare soltanto
nel caso occupassero più di un posto in aereo.

Nonostante ciò, alcune compagnie aeree stanno già applicando questo regime di tassazione. Ad esempio la Samoa Air, che opera nel Pacifico, ricarica il prezzo del biglietto dei
passeggeri in base al peso, rivendicandolo come il primo sistema tariffario al mondo impostato sul “costo per chilo”.

“Considerati gli elevati costi del carburante, i vettori devono fare molta attenzione con il peso che trasportano e quindi non sorprende che questi suggerimenti siano poi stati presi alla
lettera”, commenta Caterina Toniolo, Country Manager di Skyscanner Italia. “Comunque le compagnie aeree dovrebbero considerare con molta attenzione l’eventualità di una tassa sul grasso,
perché molti passeggeri restano comunque contrari ad un tale modello di prezzo, cosa che potrebbe avere un impatto negativo sul fatturato anche peggiore di quello causato di costi del
carburante”.

Nota

Il sondaggio è stato condotto su 1.000 persone adulte e realizzato da OnePoll, su incarico di Skyscanner, tra il 26 e il 28 marzo 2013.

Chi è Skyscanner

Skyscanner è un sito leader mondiale di ricerca di viaggi che fornisce comparazioni istantanee online per milioni di voli oltre ad hotel e noleggio auto.

Fondato nel 2003 da tre professionisti IT, Gareth Williams, Barry Smith e Bonamy Grimes, Skyscanner è il sito n° 1 di ricerca di viaggi in Europa e il n° 3 al mondo, con 30
milioni di visite al mese.

Il sito è disponibile in 40 paesi e in 30 lingue

Le applicazioni mobili e gratuite di Skyscanner per iPhone, iPad, Android, Windows Phone, BlackBerry e Windows 8 sono state scaricate oltre 20 milioni di volte.

L’azienda impiega 200 dipendenti e ha la sua sede centrale a Edimburgo, nel Regno Unito, oltre a degli uffici in Asia a Singapore e Pechino, con previsioni di future espansioni nell’ottica di
una crescita globale.

Segui Skyscanner su Twitter e Facebook
www.skyscanner.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento