Solidarietà: è il segreto del successo della XIV Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba

Solidarietà: è il segreto del successo della XIV Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba

Grinzane Cavour/Hong Kong: domenica 10 novembre 2013
(Esclusiva Adriana Cesarò/Newsfood.com)
La XIV Asta Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba svoltasi, domenica 10 novembre, è stata spettacolare. Sono stati “battuti” undici magnifici tartufi per un totale complessivo di 274.200
euro. La somma raccolta di questa straordinaria Asta, è stata destinata alla Fondazione piemontese per la ricerca sul cancro Onlus di Candiolo (To) e contribuirà, anche,
all’acquisto di una nuova apparecchiatura Tac (tomografia assiale computerizzata) per l’ospedale “San Lazzaro” di Alba. -Esclusiva Adriana Cesarò per
Newsfood.com- Le risorse realizzate all’incanto ad Hong Kong andranno all’Istituto Mother’s Choice che provvede a dare sostegno ai bimbi orfani e alle giovani mamme in
difficoltà. 
L’undicesimo lotto di gr. 950 costituito da una coppia di tartufi gemelli, della massima qualità e proposti in abbinamento unico da (Tartuflanghe), è stato aggiudicato per 90.000
euro, dopo una lunga e spettacolare finale, in un’animata e contemporanea diretta satellitare, tra la platea di Grinzane e quella di Hong Kong.
Ad aggiudicarsi il prezioso tubero, una famosa scrittrice cinese che ha preferito mantenere l’anonimato.

Ad animare i rilanci da Grinzane, il Gastronauta Davide Paolini  giornalista ed esperto di enogastronomia, ormai habitué dell’Asta, la presentatrice Elisa Isoardi, cuneese e volto
della tv ammiraglia Rai e Fabrizio Del Noce, giornalista, già direttore di Rai Uno e attualmente presidente de La Venaria Reale.
Ogni sede ha avuto la possibilità di aggiudicarsi, battere, cinque esemplari provenienti dal territorio piemontese. Ad Hong Kong, l’Asta è stata condotta da Pietro Ratti, presidente
del Consorzio di Tutela Barolo e Barbaresco, ospitata nei locali del prestigioso ristorante “8 1/2 Otto e Mezzo Bombana” dello chef tre stelle Michelin Umberto Bombana.
Il Castello di Grinzane Cavour è stato ancora una volta protagonista, con  suoi ospiti d’eccezione da Allegra Agnelli, presidente della Fondazione piemontese per la Ricerca sul Cancro
di Candiolo (To), al sottosegretario alla Giustizia Cosimo Ferri, il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota e l’assessore al Turismo della Regione Piemonte Alberto Cirio. Presente anche
il campione di ciclismo Mario Cipollini e il direttore generale del Giro d’Italia, Mauro Vegni. In aiuto ai presentatori battitori, i finalisti di Masterchef 2012, Maurizio Rosazza Prin e Andrea
Marconetti, che  hanno promosso e mostrato i profumati  tuberi agli ospiti in sala.

A sostenere i risultati dell’Asta la bellezza di Michela Miss Trifolera, Ilaria Miss Sorriso e Giulia Miss Eleganza.

 I cinque tartufi battuti al Castello di Grinzane Cavour sono stati i seguenti:
Lotto n. 1 di gr. 250 (Tartuflanghe)  è stato battuto per 4.700 euro.  Insieme a un Doppio Magnum di Barolo DOCG “Rocche” 2004 di Renato Ratti – La Morra e Magnum Barbaresco DOCG
“Borgese” 2000 Piero Busso di Neive.  Lotto n.2 di gr. 280 (Tartufingross), è stato assegnato per 6.500 euro con Doppio Magnum di Barolo DOCG “Rocche di Castiglione” 2006 dei Poderi e
Cantine Oddero – La Morra  e Magnum Barbaresco DOCG “Ovello” 2009 della Cascina Morassino – Barbaresco.   Lotto n. 3 di gr.305  (Inaudi Tartuf), ha ricavato un totale di 6.000
euro con Doppio Magnum di Barolo DOCG “Ornato” 2008 di Pio Cesare – Alba e Doppio Magnum di Barbaresco DOCG “Basarin” 2006 di Adriano Marco e Vittorio – Alba. Questo esemplare è stato
acquistato da un anonimo imprenditore, per regalarlo al nuovo sindaco di New York, l’italoamericano Bill De Blasio. Lotto n. 4 di gr. 330 (Tartufi Morra),  battuto per 7.000,00 euro in
abbinamento a con Doppio Magnum di Barolo DOCG “Prapo” 2008 di Ceretto – Alba e Doppio Magnum di Barbaresco DOCG “Serracapelli” 2000 dei Poderi Elia – Neive. Lotto n. 5 di gr. 330 (Bera Tartufi),
all’incanto per 10.000 euro con una bottiglia di 5lt di Barolo DOCG “Leon” 2004 di Rivetto dal 1902 – Sinio e Doppio Magnum di Barbaresco DOCG  2000 di Gaja – Barbaresco.

Nel corso della manifestazione sono stati assegnati i numerosi riconoscimenti di “Ambasciatore del tartufo bianco d’Alba nel mondo” ad alcuni campioni della cucina nazionale e internazionale.
Hanno ricevuto il premio gli chef: Emmanuel Renaut del ristorante Flocon De Sel di Megève, Francia (tre stelle Michelin); Bernard Pacaud del ristorante L’Ambroisie di Parigi, Francia (tre
stelle Michelin); Nino di Costanzo del ristorante Il Mosaico di Ischia (2 stelle Michelin); Cesare Giaccone de La Bottega Ristorante da Cesare ad Albaretto della Torre (Cn). Premiati anche alcuni
professionisti emergenti che hanno meritato l’attestato: Tomaz Kavcic del Gostilna Pri Lojzetu di Zemono (Slovenia); Christian Milone della Trattoria Zappatori di Pinerolo (To); Giuseppe Iannotti
del ristorante Kresios di Telese Terme (Bn); Eugenio Boer dell’Elita Bar di Milano.

Roberta Schira è la vincitrice di “Alba White Truffle Cooking Award”. L’evento ha premiato una simpatica ed entusiasmante sfida ai fornelli tra i giornalisti:  Marisa Fumagalli, Pier
Bergonzi, Roberta Schira e Roberto Perrone. A decretare il vincitore del premio, il Presidente di giuria lo chef ischitano Nino di Costanzo insieme con Maurizio Rosazza Prin e Andrea Marconetti,
che sabato 9 novembre, presso il Boscareto Resort and Spa di Serralunga d’Alba, hanno valutato i piatti preparati dai concorrenti, nel corso di una simpatica ed entusiasmante sfida tra i
fornelli.

Si chiude con grande soddisfazione la XIV Asta Mondiale Del Tartufo Bianco D’Alba a cui hanno contribuito all’accoglienza e alla coreografia storica del Castello gli Sbandieratori di Alba e del
Gruppo Storico “La Giostra delle Cento Torri” di Alba. “Un risultato eccezionale, un’altra edizione che archiviamo con estrema soddisfazione – ha affermato il Sen. Tomaso Zanoletti, presidente
dell’Enoteca Regionale Piemontese Cavour – che ha organizzato l’evento in collaborazione con la Regione Piemonte; ancora una volta il desiderio di fare del bene travalica i confini e unisce
comunità fisicamente molto distanti tra loro. Il Tartufo Bianco d’Alba, insieme ai grandi vini Barolo e Barbaresco si confermano testimonial efficaci della solidarietà”.

Gli ospiti hanno potuto gustare il delizioso menù del ristorante “Il Vigneto” di Roddi che ha proposto: tonno di gallina di Langa con misticanza autunnale  e olio di nocciole; gnocchi
di patate d’Alta Langa e cardi con fonduta di Castelmagno e tartufo; “brut e bun” brasato al Nebbiolo con contorni vari; semifreddo al torroncino con salsa al cioccolato fondente.
Il tutto servito con vini: Nebbiolo d’Alba DOC 2011 e Moscato d’Asti DOCG 2012 –  Eredi Lodali di Treiso.  
 
Esclusiva Adriana Cesarò
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento