Siab Egitto: un’altra tappa fondamentale nel percorso di internazionalizzazione dell’Arte Bianca

Siab Egitto: un’altra tappa fondamentale nel percorso di internazionalizzazione dell’Arte Bianca

Si è conclusa con successo un’altra importante tappa del percorso di internazionalizzazione di Siab – International Techno Bake Exhibition, la manifestazione veronese dedicata al settore
dell’Arte Bianca che nel corso del 2009 è stata protagonista di un world tour che l’ha portata nelle principali “piazze” interessate alle tecnologie e agli ingredienti per pane, pasta,
pasticceria e pizza.

Dal 9 al 12 novembre, infatti, Siab era presente all’HACE Hotel Expo 2009 a Il Cairo, la più importante manifestazione fieristica del Medio Oriente dedicata al settore dell’hotellerie,
dell’ospitalità, della ristorazione e delle attrezzature per il comparto della panificazione, pasticceria e gelateria organizzata dall’Egyptian Group for Marketing, azienda leader operante
in questo settore.

Vista  la posizione strategica dell’Egitto e l’importanza della città de Il Cairo come punto nevralgico del business legato al settore dei resort e degli hotel nel Middle East,
nonché la presenza all’interno di HACE di un intero settore dedicato alle tecnologie dell’Arte Bianca (Bakery Tec), Siab ha fatto “tappa” in Egitto con un duplice obiettivo.

Da una parte, infatti, la manifestazione veronese ha offerto alle sue aziende un’opportunità di penetrazione commerciale sul vasto e crescente mercato del Medio Oriente, dall’altro questa
partnership ha promosso Siab presso i buyer locali che, in relazione alla struttura e all’evoluzione del mercato di zona, rappresentano dei potenziali clienti per le aziende che saranno
espositrici a Siab dal 22 al 26 maggio prossimi.

Con i suoi 422 espositori provenienti da tutto il mondo e i 25000 m2 di area espositiva, HACE non ha deluso le aspettative del management di Veronafiere: “La manifestazione egiziana si è
dimostrata essere veramente un punto di incontro, di scambio e di aggiornamento fra operatori del settore provenienti da tutto il mondo – ha affermato Giovanni Mantovani, direttore generale di
Veronafiere – Così come era stato per l’edizione di Siab Brasile, anche Siab Egitto si è rivelato un momento fondamentale nel percorso di internazionalizzazione della manifestazione
veronese e, più in generale, di tutto il comparto dell’arte bianca  italiana e delle aziende che la rappresentano”.

Questo percorso di internazionalizzazione culminerà nel 2010 quando nei padiglioni espositivi di Veronafiere, per 5 giorni, dal 22 al 26 maggio, si riuniranno le aziende più
rappresentative dei settori delle tecnologie, materie prime e semilavorati per la produzione di pane, pasta, pizza e pasticceria.

Leggi Anche
Scrivi un commento