Sequestri, truffe, tarocchi…Le banche e i banchieri “fanno i furbi”

Sequestri, truffe, tarocchi…Le banche e i banchieri “fanno i furbi”

Tiziana, una nostra lettrice, scrive alla redazione di Newsfood.com e si chiede come sia possibile che nessuno possa intervenire a difesa del povero cittadino
Non è certamente in questo modo che si aiuta la piccola impresa e l’economia del paese!

xxxxxxxxx@gmail.com
2010-01-22 16:02:21
Url articolo www.newsfood.com/q/bebc5ed6/banca-la-bufala-dellabolizione-delle-commissioni-di-massimo-scoperto/

E’ una vergogna il comportamento che le banche stanno seguendo al momento: “Il massimo consentito dalla legge è lo 0,60 quindi noi applicando lo 0,3 ci stiamo comportando bene!” Questa
affermazione è un bluff in quanto la commissione cambia nome ma viene applicata furbescamente su quanto concesso di fido ovvero se una ditta non lo usa ha comunque una spesa fissa ben
più gravosa di quanto prima veniva applicato ed inoltre se sconfina ha l’aggravio degli interessi e la segnalazione all’archivio bancario come cattivo pagatore, anche se si trattasse di un
problema di assegni al secondo incasso ovvero un caso di disguido con i clienti!

Beh, come succede per il lotto che lo stato incita/istiga a giocare (a rendere le persone gioco-dipendenti) tramite la pubblicità per poi sovvenzionare/stimolare la creazione di gruppi
di sostegno per il loro recupero riconoscendo la “malattia”, così le banche istigano, per non assottigliare i guadagni in periodi di crisi generale, ad utilizzare sempre più
pienamente lo scoperto (per abbattere il costo fisso del fido richiesto) invece di essere imprese probe che cercano di non incidere nell’economia in modo negativo e magari di risparmiare per gli
investimenti produttivi (invece di vivere per le banche!).

Vorrei che le leggi fossero fatte a favore dei cittadini piuttosto che di piccole lobby, perché l’errore è anche nella legge che indica termini/vincoli generici per le banche
sapendo che le stesse hanno stuoli di avvocati ed esperti finanziari che “fatta la legge trovano l’inganno!”.

Scusate questo sfogo ma ritengo un’ingiustizia che sopravvivano solo le ditte grandi che ammortizzano meglio i costi rispetto alle piccole realtà locali! Inoltre ho sempre detestato il
sistema bancario in generale che fin dai miei studi di ragioneria erano incentrati sul funzionamento del sistema bancario che non seguiva nemmeno le norme ABI salvo il ricorso del cittadino a
lunghe e costose contestazioni che lasciavano più o meno il tempo che trovavano.

 

Ecco l’articolo pubblicato  
ADUC.it – 25/05/2009
Banca, la bufala dell’abolizione delle commissioni di massimo scoperto sono rientrate dalla finestra
Cambiando il nome, le limitazioni previste dalla legge non hanno effetto
 
Firenze – In questi giorni ai correntisti bancari stanno arrivando delle lettere che avvisano sulla modifica di alcune condizioni per la tenuta del conto cosi’ come previsto alla legge n.2/2009
art. 2 bis. Si tratta della ridefinizione della commissione di massimo scoperto che, gia’ operativa per chi ha aperto un conto dopo lo scorso 29 gennaio, deve essere modificata entro fine giugno
per tutti gli altri. La legge prevede che  la commissione di massimo scoperto possa essere applicata solo quando il cliente ha un fido e il suo scoperto dura piu’ di 30 gg.
In pratica, per non applicare la legge e continuare a fare cio’ che vogliono, hanno solo cambiato nome: da “commissione di massimo scoperto” (cms) a “commissione di scoperto di conto” (csc). Per
cui le limitazioni che la legge prevede per il cms non hanno effetto.
A titolo esemplicativo riportiamo le nuove condizioni della Banca CR Firenze, giunte proprio all’Aduc:
– dal 28 giugno 2009 non saranno piu’ applicate le seguenti condizioni economiche, se attualmente praticate:
1 – commissione di massimo scoperto trimestrale
2 – penale per passaggio a debito conti non affidati
dal 1 luglio 2009, in sostituzione delle condizioni economiche indicate al punto precedente, sara’ applicata la commissione di scoperto di conto, nella misura di 2 euro per ogni giorno in cui sul
conto si e’ determinato un saldo debitore e per ogni 1000 euro ……… (vedi tutto l’articolo)
www.newsfood.com/q/bebc5ed6/banca-la-bufala-dellabolizione-delle-commissioni-di-massimo-scoperto/
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento