Scuola: Conoscere per essere cittadini attivi

 

La Provincia di Ravenna, i Comuni, l’Ufficio Scolastico Provinciale, con la collaborazione della Cassa di Risparmio, il 7 e 8 novembre, promuovono un convegno non solo per fare il
punto sullo stato di salute della scuola pubblica ravennate, ma anche per indicare percorsi possibili di lavoro, già praticati peraltro, per una scuola inclusiva e di
qualità.

«Il Convegno – precisa l’assessore provinciale all’istruzione Nadia Simoni – si svolge in un momento in cui il dibattito e l’attenzione sulla necessità di
investire sul sapere come risorsa fondamentale per il futuro dei giovani e del Paese sono alti.La scuola è bersagliata da tagli, leggi, decreti e indicazioni che tendono a
ridefinirne le fondamenta e le prospettive:provvedimenti che hanno ottenuto il risultato di diffondere disorientamento e smarrimento fra docenti, studenti e famiglie. Nel frattempo,
indagini nazionali ed internazionali ne hanno messo in evidenza limiti e le difficoltà, accanto però anche a meriti ed eccellenze. Noi crediamo che i cambiamenti abbiano
bisogno di tempi medio lunghi e siano possibili solo con il coinvolgimento di chi nella scuola lavora e studia e di tutti coloro che concorrono a fare una buona scuola: enti locali,
famiglie, imprese, agenzie formative, enti di ricerca.Molto semplicemente, ma anche con molta tenacia, vogliamo partire dal buono, che in essa c’è, e da ciò che si
sta facendo sul nostro territorio per riflettere pubblicamente su come procedere per raggiungere ulteriori risultati positivi».

«I punti sui quali richiamiamo l’attenzione – continua Simoni – per sviluppare la riflessione sono due: l’autonomia delle istituzioni territoriali (scuole ed enti
locali); lo studio e la ricerca a supporto dell’innovazione didattica e il territorio con tutti gli attori che propongono l’investimento sul sapere come priorità per
l’innovazione e per lo sviluppo del capitale sociale».

Il 7 novembre, ore 14.30, nell’aula magna dell’ ITCG A. Oriani Via Manzoni 6 Faenza, saranno i docenti i protagonisti . Presenteranno i materiali prodotti in un laboratorio
di studio e ricerca didattica per offrire al sistema scolastico provinciale strumenti concreti per facilitare il lavoro di quei colleghi che intendono praticare una didattica attiva,
funzionale a far acquisire agli allievi le competenze spendibili nella vita e nel lavoro, per mantenere alto il livello dell’offerta di istruzione;

L’8 novembre, ore 09.15, a Ravenna nella Sala S.Bandini della Cassa di Risparmio in Via Boccaccio 22, i protagonisti saranno gli attori del territorio ed esperti per tracciare le
linee di prospettiva sulle quali costruire azioni concrete, accordi, riferimenti utili a costruire politiche pubbliche per il miglioramento dell’istruzione e formazione.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento