Scontrino fiscale, Confesercenti: «al Senato passo in avanti, ma non basta»

Roma – “Le modifiche decise nella Commissione Bilancio del Senato sono un indubbio passo avanti, eliminano aspetti punitivi odiosi come la gogna dei cartelli e la procedura vessatoria
della sanzione legata ai tre scontrini in un solo giorno”.

“Ma tutto questo non è ancora sufficiente. E’ auspicabile che in aula si ripristini anche quella misura di buon senso che è la soglia minima di 25 euro evitando così che un
esercizio sia chiuso per pochi spiccioli.
Ma la vera svolta rimane il superamento della valenza fiscale dello scontrino con l’introduzione di registratori telematici in grado di fornire egualmente informazioni al fisco senza più
uso di carta. Solo in tal modo si eviteranno continue umiliazioni riportando serenità senza compromettere la trasparenza ed il controllo fiscale”.

Leggi Anche
Scrivi un commento