Sciopero dei piloti Alitalia, la procura di Roma apre un fascicolo

 

La Procura della Repubblica di Roma ha aperto un fascicolo in relazione alla proclamazione dello sciopero attuato dai piloti e personale di volo Alitalia, contestando
l’interruzione di pubblico servizio e l’inosservanza dei provvedimenti dell’autorità, ossia la precettazione del Ministero dei Trasporti. L’Adoc, che ieri
ha presentato l’esposto alla Procura, soddisfatta dell’avvio delle indagini.

“Bene l’avvio tempestivo delle indagini da parte della Procura di Roma – dichiara Carlo Pileri, Presidente dell’Adoc – non è possibile lesionare in
maniera così grave il diritto alla mobilità garantito dalla Costituzione. Il blocco imposto dai piloti e dagli assistenti di volo e di terra di cinque sigle sindacali
presso l’aeroporto di Fiumicino è stato di fatto di uno sciopero non autorizzato, né è stato proclamato secondo i termini di legge e per questo ieri abbiamo
inviato un esposto alla Procura della Repubblica per interruzione di pubblico servizio. Il blocco ha causato il ritardo e la cancellazione di dozzine di voli. Inoltre, per ricevere
assistenza e informazioni, l’attesa media al banco è stata di un’ora e mezza. Crediamo, infine, che da parte di Alitalia e/o dai responsabili del blocco si debba
provvedere a un rimborso e ad un risarcimento dei danni subiti dai passeggeri travolti dallo sciopero.”

Leggi Anche
Scrivi un commento