Satelliti ESA contribuiscono a garantire l'uso efficiente dei pesticidi in Europa

Il nuovo servizio, chiamato Certificazione di similarità dei siti (Site Similarity Certification – SSC), riunisce immagini satellitari e dati tradizionali quali temperatura,
precipitazioni, caratteristiche pedologiche e fenomeni naturali ricorrenti, l’obiettivo è migliorare l’approccio scientifico utilizzato per definire le zone comparabili e la
trasferibilità dei risultati delle sperimentazioni sul campo da uno Stato membro UE all’altro.

Attualmente i pesticidi utilizzati all’interno dell’Unione europea (UE) devono essere registrati negli Stati che aderiscono all’Organizzazione europea e mediterranea per la protezione delle
piante (European and Mediterranean Plant Protection Organization – EPPO), che richiede dati sull’efficienza ricavati dalle sperimentazioni sul campo.

L’EPPO ha zone definite di climi confrontabili in Europa che consentono ai dati generati in un paese di essere registrati in un altro paese all’interno della stessa zona climatica.

«Alla luce della necessità di sperimentare e disciplinare i prodotti fitosanitari all’interno dei paesi membri dell’EPPO, proseguire gli sforzi già avviati con successo al
fine di integrare l’uso delle immagini satellitari nel processo di registrazione dei pesticidi sembra essere un’iniziativa promettente», ha affermato il dottor Udo Heimbach, membro del
gruppo di lavoro EPPO.

«Intendiamo utilizzare le immagini satellitari per dimostrare la similarità dei siti di sperimentazione e di conseguenza migliorare la procedura di riconoscimento reciproco dei
risultati delle sperimentazioni in tutta Europa», ha aggiunto.

Secondo l’ESA, dimostrando la confrontabilità dei siti destinati alle coltivazioni, l’industria dei pesticidi potrà fare a meno di svolgere costose sperimentazioni perenni, e
sarà possibile pianificare le sperimentazioni sul campo con maggiore efficienza.

Il nuovo servizio, sviluppato dalla Spatial Business Integration GmbH, fa parte del programma di sviluppo commerciale dell’osservazione della Terra (Earth Observation Market Development – EOMD)
dell’ESA.

EOMD è un programma volto a rafforzare le competenze europee nell’erogazione di servizi di geoinformazione basati principalmente su dati di osservazione della Terra, con una particolare
attenzione alle esigenze delle piccole imprese che apportano valore aggiunto.

Leggi Anche
Scrivi un commento