SANA 2012: Bio4Pack Italy, il packaging 2.0 che sorride alla Natura

SANA 2012: Bio4Pack Italy, il packaging 2.0 che sorride alla Natura

 Alessandria, Lunedì 3 settembre 2012

Non tutti sanno che ad Alessandria già negli anni ’60 era in funzione un centro ricerca formato da 5-6 disegnatori e progettisti. Il loro compito era quello di studiare nuove chiusure
di garanzia per liquori.

L’azienda si chiamava “Guala Chiusure Speciali”, era guidata dai fratelli Piergiacomo e Roberto Guala. I dipendenti erano circa duecento. Oggi il gruppo, anzi i gruppi di varie
proprietà, rappresentano la realtà più importante al mondo per fatturato e produzione di tappi, chiusure e packaging per ogni tipo di contenitore e/o prodotto. In questi anni
sono stati brevettati una serie infinita di nuovi prodotti e sistemi: un patrimonio inestimabile.

I Guala hanno anche il merito di aver creato e sostenuto la Facoltà di Ingegneria della Plastica che in pochi anni è diventata una fucina di cervelli.

Grazie alla lungimiranza dei fratelli Piergiacomo e Roberto Guala, dalla plastica si è arrivati a prodotti non derivati dal petrolio, in linea con la sostenibilità
ambientale.

Giuseppe Danielli
Direttore Newsfood.com

Perché scegliere il biopackaging
La prosperità di un’economia non può essere legata al consumo di risorse ed alla plastica.
Una delle sfide più importanti del nostro secolo riguarda lo sviluppo di modelli di produzione e di consumo sostenibili. 

Dallo zucchero si ottiene la plastica.
Il
packaging giocherà un ruolo fondamentale nell’apportare nuovi materiali sostenibili come vogliono i consumatori.
Si calcola che nel giro di 3 anni il consumo delle Bioplastiche triplicherà (fonti Cee) – da 700 Milioni di tonnellate a circa 2000 tonnellate.
Bio4pack è in prima linea su questo cambiamento ed assiste aziende, comunità, imprese nella ricerca dei bio-packaging.

Pla
È l’acronimo di acido polilattico o polilattide.
 E’ un MATERIALE BIODEGRADABILE, termoplastico, poliestere alifatico derivato da risorse rinnovabili, come l’amido di mais, o di altre
risorse contenenti destrosio.
Dopo la fermentazione del destrosio, si ottiene l’acido lattico che può essere polimerizzato ulteriormente verso poli di acido lattico.
 Il PLA è in grado di degradare
(produzione di biogas) e può essere fisicamente e chimicamente riciclato.
Se il PLA viene incenerito, si ottiene energia verde, pulita.


Bio 4Pack utilizza ora PLA in diverse applicazioni, sia per termoformatura che per i top film flessibili, di copertura o fascianti. Usiamo anche PLA per la miscelazione con altri materiali.


Prodotti termoformati: i nostri fornitori sono in grado di produrre tutti i tipi di vassoi per imballaggi sia per alimenti, che per confezionamento cosmetici bio, confezioni regalo, o
confezioni per prodotti tecnici e/o industriali.


A Nedupack , in Olanda, abbiamo un team di design che può studiare e realizzare stampi e di gestire l’intero processo dalla concezione alla produzione di attrezzature in-house.

Film flessibile
Siamo in grado di convertire film di Pla in qualsiasi fascia e dimensione e con tutte le opzioni possibili: perforazione macro o micro per film antifog,
trattamenti laser e o finestrati e laminazioni per dare maggiori resistenza all’umidità o all’ossigeno.

I film NatureFlex™ sono ottenuti da risorse rinnovabili (polpa di legno proveniente da piantagioni appositamente gestite e rinnovabili annualmente).

Il Naturflex è termosaldabile su entrambi i lati ed ha ottime proprietà barriera, è antistatico e facilmente macchinabile.
Consente laccature e laminazioni per aumetare ancora le performance come la barriera all’ossigeno. I film possono essere microperforati o trattati al laser.
 
Canna da Zucchero
Dalla canna da zucchero si ottiene la plastica.
Imballi a base di canna da zucchero.

I nostri prodotti sono ottenuti dai residui e dagli scarti della canna da zucchero.
Il fatto che usiamo materiali di scarto ci distingue dai produttori che utilizzano la carta per il bio-imballaggio (che si tradurrà in deforestazione).
I combustibili fossili, non sono più indispensabili per la produzione di imballaggi.


I nostri prodotti, oltre ad essere compostabili rispondono ad elevati standards di sicurezza alimentare quali: resistenza ai grassi, acqua e acido, muffe, lieviti e batteri.

Sono sterilizzati a raggi U-V, microondabili, resistenti a temperature del forno (200 °C) e del frigorifero (-25°).
Abbiamo un portafoglio completo di packaging adatti al confezionamento di varie applicazioni:
Vassoi per confezionamento alimentare, Monouso (bicchieri, vassoi , contenitori), ma anche imbottiture a cuscino per i prodotti elettronici e/o delicati), così come imballi speciali e
dedicati ( intercapedini, reti, alveari, inserti).

Amido
L’amido è una risorsa naturale di origine agricola e rinnovabile. L’offerta dei prodotti a base di amido è ampia: dai film, alle retine, ai sacchetti.

Vantaggi degli imballi a base di amido:
    •    completamente biodegradabili e compostabili in ambienti diversi (ad esempio impianti di compostaggio, suolo).
    •    stampabili utilizzando inchiostri normali e tecniche di stampa convenzionali, senza bisogno di trattamento corona.
    •    colorati utilizzando Master-batch biodegradabili e sono intrinsecamente anti-statici.


Esempli ed applicazioni:

    •    Sacchetti di rifiuti
    •    Shopping bags
    •    Sacchetti in rotolo (prodotti freschi)
    •    Film termoretraibile
    •    Film di pacciamatura
    •    Sacchetti per rifiuti di animali
    •    Rete (a maglia ed estrusi) per ortaggi e altri prodotti

 
Bio4Pack Italy
Via XX Settembre 2A
Alessandria (AL) 15121 Italy
 +39 393 2182554
P.IVA : 02305020063

https://bio4pack-italy.com/
info@bio4pack-italy.com
 


 Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento