Sana 2011: Un importante cambio di marcia

Sana 2011: Un importante cambio di marcia

E’ l’edizione della svolta, una tappa significativa nella lunga vita della storica manifestazione del biologico italiano.

Sana diventa una fiera professionale, si propone agli operatori come il naturale punto di incontro del Mediterraneo e rafforza l’impegno di approfondire il confronto con i principali
mercati internazionali.

In coerenza con questa scelta, non è più consentita la vendita di prodotti durante la manifestazione.


IL NUOVO PROGETTO CONDIVISO CON IL COMITATO PROMOTORE

Sana è affiancata da un Comitato promotore formato dai rappresentati delle principali associazioni dei produttori:

FederBio, Confederazione italiana agricoltura, Confagricoltura, Federimpresa Erbe, Unipro, Assoerbe, Siste, Fippo.

Tutti presenti alla prima riunione, che si è tenuta lunedì 17 gennaio, hanno accolto con favore il nuovo progetto che prefigura una manifestazione in sintonia con le esigenze che
da tempo esprimono gli operatori.

L’attenzione del Comitato ora è rivolta ai temi che dovranno essere affrontati e approfonditi da convegni e workshop.

I PUNTI SALIENTI DEL PROGETTO 

  • Il Settore Alimentazione mette i valori bio in primo piano e propone esclusivamente aziende con produzioni biologiche certificate.
  • Il Settore Benessere è dedicato alle aziende con produzioni biologiche certificate e naturali a base di erbe officinali (integratori alimentari e prodotti di bellezza).
  • Creazione di una Commissione di controllo esterna con il compito della verifica delle certificazioni.
  • L’Osservatorio sui consumi, che da quattro anni accompagna la manifestazione con indicazioni sui cambiamenti delle motivazioni al consumo, amplia le modalità di indagine e si
    propone anche come strumento al servizio degli espositori.
  • Nascono i Sana-Award dedicati ai canali di distribuzione e alla comunicazione.

www.sana.it

Redazione Newsfood.com +WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento