Salute delle ossa: Un valido aiuto può provenire dalle prugne secche

Salute delle ossa: Un valido aiuto può provenire dalle prugne secche

L’osteoporosi sta diventando un problema di salute sempre più serio a livello mondiale: attualmente si stima che 22 milioni di donne e 5,5 milioni di uomini soffrano di osteoporosi nell’Unione Europea, e solo in Italia, si stima che il costo dell’osteoporosi diventerà di € 8.644 milioni entro il 2025.

Il 18 giugno 2015, a Montreal, in Canada, all’International Symposium on Nutritional Aspects of Osteoporosis (ISNAO), si è parlato proprio di questi argomenti.

In particolare, sono stati presentati due nuovi studi -commissionati dal California Prune Board (il consorzio dei produttori di prugne della California)- che dimostrano il ruolo delle prugne della California per il mantenimento in salute delle nostre ossa e alla massimizzazione del potenziale di massa ossea.

Le prugne secche contribuiscono all’aumento della massa ossea
sia nei topi maschi giovani che in quelli anziani

Bernard Halloran (ricercatore e professore di Medicina presso l’Università della California, San Francisco), basandosi sulla precedente ricerca che ha dimostrato come le prugne secche siano in grado di contrastare la perdita ossea nei topi anziani, ha cercato di capire come le prugne potessero davvero favorire il raggiungimento del picco di massa ossea durante la crescita.

Halloran ha scoperto che includere prugne secche nella dieta può contribuire all’aumento del volume osseo sia nei topi giovani, che ancora devono crescere, che in quelli adulti.

“Questa straordinaria scoperta suggerisce che le prugne della California possano migliorare la salute delle ossa fin dalla giovane età” ha commentato Halloran.

Una porzione al giorno di prugne rallenta la perdita ossea
nelle donne in post-menopausa

Precedenti studi hanno scoperto che mangiare 100 grammi di prugne secche al giorno (due porzioni –pari a circa 8-12 prugne secche) per un anno è in grado di favorire l’aumento della densità minerale ossea (BMD) e di migliorare gli indici di turnover osseo nelle donne in post-menopausa.

All’ISNAO, Shirin Hooshmand (ricercatore e professore associato del Dipartimento di Science Motorie e Scienze Alimentari della San Diego State University), ha presentato una nuova ricerca che ha comparativamente esaminato l’efficacia di una più piccola dose di 50 grammi di prugne secche (una porzione, paria a circa 5-6 prugne secche) sulle donne più anziane e affette da osteoporosi da più di 6 mesi. I risultati hanno evidenziato che una porzione di prugne secche può essere davvero utile per la salute delle ossa, rallentando la perdita ossea.

Le prugne secche sono raccomandate da tempo come un alimento ricco di nutrienti per integrare i propri pasti e come un semplice snack. Sempre più ricerche confermano infatti i loro benefici nutrizionali, che vanno oltre a quelli sulla salute ossea. Le prugne hanno infatti ottenuto un claim salutistico nell’UE: mangiare 100g di prugne al giorno (8-12 prugne) come parte di una dieta equilibrata favorisce il normale funzionamento intestinale.

Inoltre, ricche di fibre, prive di grassi e contenenti solo zuccheri naturali, le prugne sono ricche di potassio e contribuiscono a mantenere costante la pressione sanguigna. Sono inoltre una preziosa fonte di vitamina B6 e rame, che contribuiscono normale funzionamento di due importanti sistemi, quello immunitario e quello nervoso. Infine, sono ricche di vitamina K e costituiscono una preziosa fonte di manganese, che contribuisce al mantenimento in salute delle ossa.

California Prune Board

Il California Prune Board rappresenta 900 coltivatori e 26 confezionatori di prugne della California, una delle principali industrie agricole di qualità in tutto il mondo. Il Board opera sotto l’autorità del Secretary of Food and Agriculture. Parte fondamentale della storia della California, le prugne costituiscono un importante fonte di guadagno per il Paese. La California contribuisce per il 99% in America e il 42% nel mondo alle forniture di prugne secche, un sano e comodo snack per la vita frenetica di tutti i giorni.

Per ulteriori informazioni:
https://californiaprunes.it/
www.facebook.com/PrugneDellaCalifornia

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento