Saldi: Attenzioni ai cartellini, non tutto è scontato!

Saldi: Attenzioni ai cartellini, non tutto è scontato!

Roma – Durante i saldi, che sono imminenti, spesso sorgono discussioni con i consumatori in molti negozi perché non tutti i prodotti sono scontati. Premesso che ogni negoziante
è libero di fare o non fare i saldi (ma, se li fa e mette il relativo cartello, deve rispettare le regole), l’Unione Nazionale Consumatori chiarisce a tale proposito che l’art. 15 del
decreto legislativo n. 114/1998 ha stabilito che i saldi “riguardano i prodotti, di carattere stagionale o di moda, suscettibili di notevole deprezzamento se non vengono venduti entro un certo
periodo di tempo”.

Ciò significa, in pratica, che il negoziante può decidere di vendere a prezzo pieno una parte dei prodotti del negozio. Anche le vendite promozionali possono essere effettuate
“per tutti o una parte dei prodotti merceologici”. Soltanto le vendite di liquidazione devono essere effettuate dal dettagliante al fine di vendere “tutte le proprie merci”, mentre le vendite
sottocosto possono riguardare solo 50 prodotti.

Leggi Anche
Scrivi un commento