Roma verso Expo2015: Taste The Mediterranean

Roma verso Expo2015: Taste The Mediterranean

Convegno, Roma verso Expo2015
“Mangiare all’italiana, nutrirsi mediterraneo” – “Eating Italian, feeding Mediterraneam style – Dietary practices among culture, healt and territory” Progetto promosso da Accademie Universitarie,
Croazia e Italia, in sintonia con i temi mondiali di Expo2015Milano. Coinvolti anche tutti i Paesi del Mare Nostrum. Occasione per promuovere i progetti territoriali italiani delle eccellenze
alimentari e valori nutritivi.  
 
A Roma, giovedì 4 ottobre, al centro congressi Cavour si svolge la presentazione ufficiale del progetto dedicato ai saperi e pratiche alimentari fra cultura, salute e territorio. Il primo
congresso-convegno nella capitale che apre al tema Expo2015 in modo provocatorio ed attuale con grandi esperti e docenti. Un segno che occorre parlare di sistema Paese per Expo2015, di progetti
di rete ampi che aprano oltre Milano. Il mondo del vino, della carne, dei salumi, dei formaggi hanno bisogno di uno spazio reale ad Expo , uno spazio che abbracci le commodity internazionali
così come i prodotti frutto della creazione, della passione e del lavoro dell’uomo agricoltore, legato alla terra, legato all’ambiente in cui vive. Per i rappresentanti dell’Italia saranno
occasioni per promuove l’esposizione Universale di Expo2015 Milano e i temi connessi, oltre che stimolare i vari Paesi del Mediterraneo a “visitare” i territori produttivi italiani durante la
Fiera, fruendo di progetti “fuori salone”, come << UnPOxExPO2015>>
Di distretti e filiere produttive mediterranee verso expo 2015, è il tema dell’economista Giampietro Comolli nella tavola rotonda che, venerdì 4 ottobre, segue la cerimonia di
apertura ufficiale del progetto con le comunicazioni delle Università coinvolte. Il congresso intende lanciare un “avviso” anche politico all’opportunità offerta di  tutelare e
promuovere il “brand made in Italy”.
 
 
In dettaglio l’incontro Romano intende creare un evento congressuale nel quale promuovere la dieta mediterranea per i suoi valori educativi e per i suoi contenuti culturali , avvicinando i
contenuti scientifici, promossi dal mondo accademico , istituzionale e medico, ad un percorso emotivo/sensoriale di carattere enogastronomico nel quale il piacere della tavola,la
convivialità e l’incontro con il cibo ed il vino vadano oltre la definizione di un’esperienza del gusto, per sposare un valore educativo che, senza nulla togliere alla piacevolezza del
tema lasci, in coloro che si avvicineranno alla manifestazione , un contenuto importante a livello scientifico ed una valida indicazione per approcciare una sana alimentazione.

E’ intenzione dei promotori ancorare questa esperienza ai paesi che sono riconosciuti ufficialmente dall’Unesco come detentori del patrimonio della dieta mediterranea , rendendo l’evento
itinerante anche nell’ottica di un co-marketing territoriale , a ricaduta multipla sia economica produttiva che turistica.  L’esperienza sarà quella di una proficua sinergia tra
tessuto economico, aziende, enti , istituzioni e mondo accademico/medico , tutti uniti nella promozione e valorizzazione dei contenuti culturali /scientifici della dieta mediterranea.

Progetto biennale ( 2014-2016 ) bilaterale, promosso da Italia e Croazia , per la realizzazione , in sei diversi paesi , Italia, Croazia, Spagna, Grecia, Marocco, Portogallo , di una serie di
eventi congressuali , di natura scientifica , incentrati sul ruolo della dieta mediterranea e sul suo riferimento come dieta salutare, nonché sulle sue positive valenze qualitative,
storiche e culturali.  L’iter progettuale prevede la focalizzazione dell’interesse su due congressi , di grande rilievo mediatico e di grande importanza , da svolgersi , nell’arco di quattro
giornate , uno in Croazia ( maggio 2014) ed uno in Italia ( maggio 2015).  Di carattere scientifico- culturale e di spessore, rivolti al mondo accademico, medico ed istituzionale, saranno
intervallati da una serie di eventi congressuali minori (uno ogni 4 mesi ) che, realizzati in Grecia, Spagna, Portogallo, Marocco , avranno come obiettivo la promozione della dieta mediterranea e
dei suoi prodotti, nonché l’affermazione del suo valore culturale e dei suoi contenuti scientifici. Per i rappresentanti dell’Italia saranno occasioni per promuove l’esposizione Universale
di Expo2015Milano e i temi connessi, oltre che stimolare i vari Paesi del Mediterraneo a “visitare” i territori produttivi italiani durante la Fiera, fruendo di progetti “fuori salone”, come
<>, che muovendosi lungo il fiume PO vuole traghettare e far navigare i turisti, gli esperti, i giornalisti, i docenti, gli accademici alla scoperta delle eccellenze alimentari, in
specifico quelle che compongono la dieta alimentare italiana, una variante della dieta mediterranea, con le sue origini diverse, gli influssi , le innovazioni.   
 
Considerato che la dieta mediterranea, secondo quanto stabilito dalla Convenzione adottata dalla 32ma Conferenza Generale e ratificata dall’Italia nell’ottobre 2007, rientra nel patrimonio
culturale immateriale da tutelare, si ritiene l’oggetto degli eventi congressuali pertinente rispetto agli obiettivi strategici dell’Unesco e pertanto si è chiesto ufficialmente il
patrocinio per il progetto.
La testata di settore “Cucina Gourmet. Incontri nel gusto seguirà tutti gli eventi e dedicherà ampio spazio e dettagliati reportage.  Il format proposto al mondo
imprenditoriale prevede un qualificato incontro di “domanda” ed “offerta” tra delegazioni di buyers provenienti da Paesi dell’Unione Europea e del bacino del Mediterraneo e le ditte
produttrici.

Giuseppe Danielli
Direttore e Fondatore
Newsfood.com
 

Leggi Anche
Scrivi un commento