Roma: OliOlive, tre giorni di festa tra gusto e tradizioni

 

Novembre mese di olive e d’oro verde in tutta la penisola, ma nel Lazio il novello sarà già in tavola. O meglio in piazza, da degustare in anteprima dal 21 al 23
novembre a Castel Madama. In questo delizioso paesino a mezz’ora d’auto dalla capitale, nella Valle dell’Aniene, ogni anno vengono stagionate e lavorate più di 50 mila tonnellate
di olive, nel rigoroso rispetto della tradizione mediterranea. Una realtà industriale che ricopre circa il 20% di tutta la produzione nazionale, apprezzata anche all’estero.

Fervono i preparativi per questa VII edizione di «Oliolive», manifestazione colta e golosa a cura del Comune di Castel Madama in collaborazione con le aziende elaiotecniche
del paese. Un’atmosfera di grande festa si farà sentire passeggiando tra i vicoli del centro storico, dove accanto alle pregiate olive da tavola e l’olio
extravergine (presto avrà la Dop delle Terre Tiburtine, diventando il terzo olio laziale «insignito» dopo il Sabino e il Canino), ci sarà un carosello di
espositori e di degustazioni di prodotti tipici e biologici della provincia laziale.

E proprio le forti potenzialità della produzione locale, supportate da una promozione eno-gastronomica, fanno sì che questa manifestazione sia ormai considerata un evento
di rilevanza culturale e turistica. Un´occasione ghiotta dove, per tre giorni, il turista curioso e goloso può incontrare tipicità e ricchezze di queste terre
assaggiando le prelibatezze povere di nascita ma ricche di sapore e di storia, inventate dalla sapienza di vecchie massaie che prepareranno in diretta il meglio del loro
repertorio. Mostre, concerti, spettacoli, prodotti d´artigianato e musica popolare completeranno il quadro di questo evento che coinvolgerà tutte le associazioni
locali. Ampio spazio è dato anche a convegni e dibattiti insieme ad esperti e professionisti del settore.

UN PIACERE PER IL PALATO, GUSTI POVERI MA BELLI

Pizza di granturco, fiori di zucca fritti e dolci secchi: un tour tra i sapori castellani

Poveri di nascita ma ricchi di sapore. Inventati dall’ingegno di vecchie massaie e pronti a far sognare il palato. Castel Madama è anche sinonimo di buona tavola. Dal 21 al 23
Novembre OliOlive è un’occasione da non perdere per gustare i piatti tipici di questo paese alle porte della Capitale. Non serve chiedere il menù tra gli stand della
manifestazione, è tutto da assaggiare. Per cominciare è d’obbligo un po’ di bruschetta con olio extravergine e delle olive nere Brocaniche. Poi è tutto un viaggio
nel piacere. Tra i primi predomina la pasta, ma tra le specialità non va dimenticata la «pizza di granturco con i broccoletti ripassati con olio, aglio e
peperoncino». Tipica del periodo invernale è uno dei piatti poveri della tradizione contadina. Cosa è la pizza di granturco? Un impasto di acqua, farina di polenta e
sale da cuocere lentamente. Per secondo la carne alla brace sazierà i palati di chi cerca sapori genuini. Se volete spingervi fin nel cuore della tradizione potreste far merenda
con la «pizza fritta con lo zucchero». Il caffè a questo punto ci vuole con accompagnamento di biscotti secchi della zona.

Dalle ore 17,00 del 21 Novembre resteranno sempre aperti gli stand espositivi dove sarà possibile la degustazione gratuita o l´acquisto di olio extra-vergine, olive
lavorate e prodotti gastronomici locali. Nell´area espositiva sarà possibile seguire la lavorazione del latte con assaggi di ricotta calda, conoscere le antiche tecniche
della cesteria e assistere alle dimostrazioni di raccolta tradizionale e moderna delle olive. Sarà, inoltre, visitabile un’azienda agricola ed un frantoio per assistere alla
spremitura.

Dove: Castel Madama è sita a 39 km da Roma. Facilmente raggiungibile con l’autostrada A24 per l’Aquila e la statale Tiburtina.
Quando: 21-22-23 Novembre 2008
Informazioni: tel. 0774.4500217 – 0774.4500229 

Come arrivare

In auto
Da Roma percorrere l’autostrada A24 Roma-L’Aquila per 12 km., uscire al casello Castel Madama. Il paese è raggiungibile anche attraverso la strada statale
Tiburtina.

In treno
Dalla stazione Tiburtina prendere il treno della linea Roma-Pescara, scendere a Tivoli e proseguire in pullman sino a Castel Madama.

In pullman
Alla fermata della metro Ponte Mammolo della Linea B c’è il capolinea della tratta Roma-Castel Madama delle Linee Laziali.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento