Rifiuti, Burzi (FI): «la Confservizi vuole i rifiuti campani? La scelta spetta ad altri»

Torino – La notizia dell’invito di Confservizi Piemonte e Valle d’Aosta ad ospitare i rifiuti campani trova un immediata replica da parte del capogruppo di Forza Italia in Regione,
Angelo Burzi: «la posizione espressa dal presidente di Confservizi – afferma il consigliere azzurro – prevarica i compiti dell’organizzazione.

Vi sono altri enti, sicuramente più titolati di essa che hanno il dovere di decidere sull’argomento. Questo peculiare soccorso al tandem Bresso-Chiamparino mi stupisce. Soprattutto se
guardo alla composizione di Confservizi, in cui risulta del tutto marginale la presenza di aziende che si occupano di rifiuti».

Tra i soci dell’organizzazione si trovano infatti aziende che trattano i più disparati campi dei servizi al cittadino: si parte dalla gestione degli acquedotti, delle case popolari,
delle farmacie comunali, dei musei per arrivare ai trasporti locali e addirittura alle cremazioni.
«In questa vicenda – continua Burzi – si può e si deve parlare di un unico fallimento, quello della classe dirigente di centro-sinistra che ha governato per anni la Campania
condividendo e convivendo col problema senza risolverlo in tempi congrui. Anche se è purtroppo vero che il danno d’immagine, anche a livello internazionale, ricade su tutti».
«Comprendo – conclude il capogruppo di Forza Italia – che per i soci di Confservizi potrebbe essere appetibile, dal punto di vista economico, ricevere i rifiuti campani. Non condivido
però l’accampare questioni di solidarietà e senso dello Stato per promuovere i propri interessi».

Leggi Anche
Scrivi un commento