Nutrimento & nutriMENTE

Rifiuti, Bassolino: “Usiamo la premialità come Bruxelles”

By Redazione

Napoli, 10 Ottobre 2007 – Si è svolto oggi a palazzo Santa Lucia un incontro tra il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino e i sindaci dei Comuni “virtuosi” nel campo
della raccolta differenziata e della gestione dei rifiuti.

Queste amministrazioni, sulla base delle linee guida messe a punto dalla Regione per l’attuazione del nuovo programma europeo, potranno avvalersi di un accesso agevolato alle risorse
comunitarie. In particolare, Bassolino ha informato i sindaci che è già disponibile un primo stanziamento di 60 milioni di fondi europei, con i quali i comuni potranno subito
finanziare i progetti definitivi o esecutivi e cantierabili, trasmessi nelle due sessioni di febbraio e maggio al Parco Progetti della Regione.

“Da oggi – ha detto il Presidente della Regione Bassolino – attiviamo un meccanismo che premia i Comuni virtuosi, quelli che fanno un’elevata percentuale di raccolta differenziata e che
ospitano sul loro territorio impianti di gestione attivi. Sappiamo che questo non basta per rendere sostenibile il ciclo dei rifiuti. Dobbiamo impegnarci – ha continuato Bassolino – per ridurne
a monte la produzione. In questo modo si alleggerisce e si favorisce tutta la filiera successiva di raccolta, riciclaggio e smaltimento.

“Oggi stanziamo i primi 60 milioni di euro per le premialità, facendo qui in Campania quello che Bruxelles fa con noi. Abbiamo legato a queste risorse il parco progetti che riguarda le
opere per lo sviluppo sostenibile, e destiniamo inoltre ulteriori risorse per l’impiantistica (umido e raccolta differenziata).

“Oltre alla differenziata – ha sottolineato Bassolino – noi pensiamo che vi siano altri criteri di civiltà per individuare e assegnare le premialità sui fondi europei, per esempio
la lotta all’abusivismo edilizio e l’azione di contrasto per ogni forma di abbrutimento ambientale. La Campania vera e giusta che dobbiamo promuovere e premiare è quella che fa la
raccolta differenziata, e, allo stesso modo, quella che promuove la cultura della legalità. Noi siamo impegnati e lavoriamo per lanciare, insieme alle altre amministrazioni locali,
questo messaggio fondamentale” ha concluso Bassolino.

Dal 2005 al 2006, i Comuni cosiddetti “ricicloni”, quelli cioè che praticano la raccolta differenziata con una percentuale dal 35% in poi, sono passati da 88 a 116 in Campania.

Nel corso dell’incontro, al quale era presente Gianluca Bertazzoli in rappresentanza del Commissario Pansa, hanno preso la parola i sindaci di Caserta Nicodemo Petteruti, di Mercato San
Severino Giovanni Romano e di Avellino Giuseppe Galasso, il responsabile regionale di Legambiente Michele Buonuomo e numerosi altri sindaci dei comuni delle diverse province della Campania, che
hanno espresso forte apprezzamento per l’iniziativa assunta dalla Giunta regionale della Campania.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: