Rientrata dall’Abruzzo la protezione civile sangiorgese

Rientrata dall’Abruzzo la protezione civile sangiorgese

Nelle scorse ore è rientrato in città il gruppo comunale di Protezione Civile che lunedì era partito alla volta dell’Aquila per supportare le popolazioni tragicamente colpiti
dal terremoto. La colonna sangiorgese, guidata dal funzionario della polizia municipale Roberto D’Amore, per tre giorni è stata di stanza nella città di Poggio Licenza ed ha aiutato
a montare tende da campo e strutture, a somministrare pasti caldi, ad alleviare le sofferenze dei cittadini.

«Siamo pronti a ripartire – ha dichiarato il funzionario responsabile della Protezione Civile Vincenzo Forte – aspettiamo solo una chiamata dal coordinamento ma stiamo già in
allerta. Lì i nostri uomini hanno trovato una situazione veramente disastrosa, c’è ancora moltissimo da fare».

Ad attendere il rientro dei volontari presso la sede di via Roberto Galdieri c’erano il sindaco Mimmo Giorgiano, il vicesindaco Giorgio Zinno, l’assessore alla Protezione Civile Franco Barone, il
presidente del Consiglio Comunale Ciro Sarno. «Ai nostri volontari va tutta la gratitudine dell’Amministrazione Comunale – afferma il primo cittadino – lo spirito di solidarietà
dimostrato da tutti i sangiorgesi in questa fase così difficile per la storia del Paese è encomiabile».

Continua, intanto, la raccolta di generi di prima necessità per l’Abruzzo. Dalle ore 9:30 alle ore 19:30 (orario continuo) è aperta la sede del Forum dei Giovani di San Giorgio
a Cremano in via Sant’Anna, costituita quale coordinamento territoriale provinciale del Forum della Gioventù. La sede del Forum resterà aperta alla cittadinanza per la raccolta
di pannolini, casse d’acqua e scatolame.

I dipendenti del Comune di San Giorgio a Cremano, i rappresentanti della RSU ed il Cral Comunale, esprimendo dolore e cordoglio per le vittime sisma hanno deciso di assumere una iniziativa
congiunta di aiuto alle popolazioni terremotate efficace e tempestiva. I dipendenti doneranno un’ora del proprio lavoro tramite apposita delega attiva da parte delle lavoratrici e dei lavoratori
con la quale verrà autorizzata la trattenuta sulla prima busta paga utile, da destinare successivamente ad associazioni umanitarie.

Leggi Anche
Scrivi un commento