Relazioni internazionali: Delbono incontra l'ambasciatore del Sudafrica Lenin Shope

Bologna – Il vicepresidente della Regione Flavio Delbono ha incontrato questa mattina l’ambasciatore della Repubblica del Sudafrica in Italia Lenin Magigwane Shope, in visita
in questi giorni in Emilia-Romagna, la delegazione era composta da Nomvuyo Nokwe, console generale del Sudafrica a Milano, da Moloko Leshaba responsabile per l’economia dello stesso consolato e
dalla consigliera per l’agricoltura dell’ambasciata di Roma Njabulo Nduli.

«Forte di una partnership di lunga data con la città di Reggio Emilia, la Repubblica del Sudafrica intende ora estendere i propri contatti istituzionali e imprenditoriali con la
Regione Emilia-Romagna», ha spiegato l’ambasciatore Lenin Shope che ha prefigurato nella prossima primavera la visita di una delegazione di rappresentanti delle province sudafricane. Il
Sudafrica progetta la realizzazione di un distretto agroalimentare nel Sud del Paese: un «agropark» che consolidi la filiera della trasformazione dei prodotti agricoli e supporti lo
sviluppo della piccola imprenditoria rurale sul modello del cooperativismo. Un progetto che mira a creare spazi di sviluppo per l’agricoltura sudafricana, cercando di frenare, tra l’altro, il
problema dell’emigrazione in massa delle popolazioni contadine verso i grandi «slums» urbani.

Lo sviluppo delle filiere dell’agroalimentare e il modello del cooperativismo in Emilia-Romagna sono stati i due temi di maggiore interesse per la delegazione sudafricana. «Sul fronte
dello sviluppo della filiera agroalimentare l’Emilia-Romagna ha sicuramente esperienze molto positive da portare – ha detto il vicepresidente Delbono – che si sono sviluppate nelle province
occidentali come nell’area romagnola, un modello particolarmente evoluto per i processi di produzione e trasformazione della frutta. Anche le diverse forme di cooperativismo che si sono
realizzate nei distretti emiliano romagnoli – ha aggiunto Delbono – possono rappresentare un interessante serbatoio di esperienze e competenze per il progetto sudafricano».

Leggi Anche
Scrivi un commento