Regina Colomba ai piedi del Monte Bianco

Regina Colomba ai piedi del Monte Bianco

La colomba pasquale quest’anno prenderà il volo dalle Alpi, forse, dal Monte Bianco. Infatti, proprio ai piedi della vetta più alta d’Europa, Saint Vincent, nasce la prima manifestazione dedicata alle colombe ma anche a tutti gli altri dolci che generalmente caratterizzano la Pasqua.

Sal De Riso

Sal De Riso

Così, sabato 19 e domenica 20, “La Primavera è dolce” vedrà confluire nel centro turistico alpino contiguo ai bacini sciistici di Breuil-Cervinia e Champoluc-Alagna, vocato all’accoglienza e reso celebre dalla bellezza paesaggistica, dalle Terme, dal Casinò e dalle tante manifestazioni di rilevanza nazionale che ha ospitato negli anni, alcuni fra i più bravi e noti pasticceri italiani che faranno degustare ai visitatori le golosità che preparano nei propri laboratori come colombe appunto, uova di cioccolato, fugasse venete, pizze di Pasqua molto diffuse nel Centro-Sud della Penisola, pastiere napoletane e, poi, si sottoporranno al giudizio di una giuria di esperti, presieduta da Rolando Morandin, uno dei più celebri produttori di dolci lievitati, che sotto gli occhi del pubblico, valuterà i prodotti esposti ed eleggerà la “Regina Colomba”.

Stanislao Porzio

Stanislao Porzio

Oltre ad essere segnalato come il più bravo artigiano della colomba di Pasqua, questo produttore riceverà un premio dal Comune di Saint-Vincent: un soggiorno in un hotel a cinque stelle e un’escursione sul Monte Bianco con i nuovi impianti della funivia Skyway, la famosa ‘ottava meraviglia del mondo’.
Organizzatore di questa originale manifestazione è l’inventore di Re Panettone, Stanislao Porzio. Colui che ha dato veramente un grande impulso al dolce natalizio milanese con la rassegna che organizza a Milano alla fine di novembre, tanto che adesso è consumato tutto l’anno ed è prodotto in tutta Italia tant’è vero che i migliori panettoni quasi sempre arrivano dalla Campania, dalla Basilicata, dal Veneto. E molti produttori di panettoni saranno presenti a Saint Vincent, all’interno del Palais Saint-Vincent, la tensostruttura di via Martiri della Libertà, che nel corso dell’anno ospita eventi e spettacoli, ed è dotata di un parterre di circa mille metri quadrati e di un ampio palcoscenico. Qui si presenteranno ai visitatori intanto il padrone dei casa, Mauro Morandin, di Saint-Vincent appunto, che è anche un po’ il motore dell’organizzazione; ma, anche, Sal De Riso, della Costiera Amalfitana, ospite fisso nel programma televisivo ‘La prova del cuoco’ di Antonella Clerici; Roberto Cantolacqua, di Tolentino, finalista alla prima edizione del programma ‘Il più grande pasticciere’; Alfonso Pepe, di Sant’Egidio del Monte Albino, primo classificato 2013, e Vincenzo Tiri, di Acerenza, primo classificato nel 2014 e nel 2015 nella seguitissima graduatoria dei migliori panettoni italiani compilata dal quotidiano “La Gazzetta dello Sport”.

Vincenzo Tiri

Vincenzo Tiri

Come per la manifestazione milanese, i dolci ‘ammessi’ a “La primavera è dolce” saranno rigorosamente realizzati senza l’apporto di conservanti, mono  e digliceridi e mix o altri semilavorati, seguendo la filosofia del “tutto naturale” della manifestazione gemella di “Re Panettone”, che tende a privilegiare la freschezza dei prodotti e la sapienza artigianale dei produttori.
Le colombe che si potranno anche acquistare, a prezzo fisso di 24 euro al chilo, con multipli e sottomultipli a prezzi proporzionali.
Dichiara Stanislao Porzio: “L’Italia ha una grande tradizione nella pasticceria, e in particolare nei lievitati, e ci auguriamo che dalla Valle d’Aosta, splendida regione di confine, riusciamo a raggiungere con questo messaggio anche i golosi transalpini, così come Re Panettone , giunta alla ottava edizione, ha reso famosa in tutto il paese una grande tipicità meneghina”.
Alle degustazioni si alterneranno incontri sul tema dei dolci di Pasqua con pasticcieri, giornalisti, esperti e pubblico. E, anticipa Porzio, a la ‘Primavera è Dolce’, protagonisti saranno anche i bambini: a loro sarà riservato un laboratorio in un gazebo vicino al Palais, sulla centrale via Chanoux, dove potranno imparare a realizzare dolci pasquali sotto la supervisione dei maestri pasticcieri.
E, chi vorrà approfittare del Casinò, potrà anche giocare, per questa occasione è tutto gratuito.

Michele Pizzillo
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento