Radioterapia: parte Empoli, a pieno ritmo Lucca e Pistoia

Firenze – Inaugurato oggi a Empoli il nuovo Centro di Radioterapia Ecomedica, che inizia immediatamente l’attività in convenzione con il Servizio sanitario regionale, un
importante tassello si aggiunge alla rete toscana, contribuendo, secondo i programmi fissati, a aumentare quantità e qualità delle prestazioni

«Stiamo vedendo i frutti di un impegno straordinario in questo settore così importante – afferma l’assessore regionale per il diritto alla salute Enrico Rossi – Il programma di
potenziamento dell’intero sistema regionale delle radioterapie sta andando avanti, mentre raccogliamo i primi risultati dell’attivazione dei nuovi turni sugli acceleratori di Lucca e di
Pistoia. Dal primo febbraio partirà anche il monitoraggio mensile sull’attività di tutti i centri di radioterapia, che ci consentirà di adeguare in ogni momento l’offerta
alle necessità e di standardizzare i tempi di attesa dei pazienti». La recente attivazione del 3° turno di lavoro nelle radioterapie di Lucca e di Pistoia hanno impresso al
servizio un immediato miglioramento. A Pistoia con il 3° turno sono stati trattati 9 pazienti in più ogni giorno, a Lucca 12 pazienti in più ogni giorno; in circa tre mesi la
lista di attesa è stata ridotta di 1/3 (da 150 a 106 pazienti).

L’attivazione della Radioterapia di Empoli consentirà, a regime, di effettuare un recupero di circa 30 pazienti in trattamento ogni giorno, con una diminuzione immediata dei tempi di
attesa individuali per i pazienti della ASL di Empoli e quindi anche dei tempi di attesa su Firenze (dove erano indirizzati i pazienti di questo bacino di utenza), fino ad una attività
complessiva stimata per circa 600 casi/anno.
L’apparecchiatura presente a Empoli è un Acceleratore Lineare Varian con tecnica tridimensionale, che risponde a requisiti di alto livello qualitativo. Sarà in grado di fornire
prestazioni ancora più sofisticate, come la Radioterapia stereotassica, l’IMRT (Radioterapia ad Intensità Modulata) o l’IGRT (Radioterapia guidata dall’Imaging), con aggiornamento
tecnico cui è predisposta. Il Centro dispone di una TAC di ultima generazione, utilizza una Cartella Clinica Elettronica, Sistemi computerizzati di Pianificazione e di controllo del
trattamento radioterapico e un sistema elettronico di visualizzazione e archiviazione delle immagini (PACS). E’ frutto di una comune volontà della Regione, dell’Asl 11, della Conferenza
dei Sindaci e dell’Istituto Ecomedica allo scopo di garantire una offerta qualificata, mediante l’integrazione di una struttura privata di radioterapia nell’ambito della rete assistenziale
oncologica di Area Vasta Centro (Dipartimento Oncologico aziendale, Dipartimento Oncologico di Area Vasta, ITT, Dipartimento Interaziendale di Radioterapia di Area Vasta).

Susanna Cressati

Leggi Anche
Scrivi un commento