Puglia: A Cerano inizieranno a breve impianti di colture “no food”

Bari – Nell’area di Cerano si darà il via a colture agricole no food: è quanto emerso nella Conferenza dei Servizi, che si è svolta a Roma al ministero
dell’Ambiente, relativa alle aree di Cerano nelle quali è bloccata, dopo una ordinanza del sindaco emessa due anni fa, la coltivazione e la commercializzazione dei prodotti
agricoli a causa della situazione di inquinamento del territorio.

La Conferenza – informa una nota – “ha recepito la proposta di Regione-Arpa-Comune di Brindisi finalizzata a promuovere colture agricole no food che, a completamento dello studio Arpa e
delle opportune verifiche, potranno essere commercializzate”. L’Amministrazione comunale, conseguentemente, “depotenzierà la sua ordinanza consentendo agli agricoltori la
piantumazione e la coltivazione”.

“Connessa a tale vicenda, ma non trattata in questa occasione, – si conclude – è la proposta di un indennizzo agli agricoltori avanzata nel corso di alcuni incontri promossi
dall’assessorato all’Agricoltura, con una disponibilità di Enel”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento