Pubblico e privato insieme per educazione finanziaria

Roma, 18 Ottobre 2007 – Ha preso il via anche in Italia la partnership pubblico – privato per sviluppare la cultura finanziaria dei cittadini, la capacità di comprendere e
utilizzare consapevolmente gli strumenti e i servizi finanziari nel campo del credito, dell’investimento del risparmio, dei servizi di pagamento, è uno dei grandi temi con i quali tutte
le società avanzate si trovano oggi a confrontarsi come variabile essenziale di sviluppo del mercato finanziario e dunque dell’economia.

Il Governo italiano ha quindi inserito nella propria agenda di lavoro l’educazione finanziaria dei cittadini – a partire dalle scuole – e, per realizzarlo, ha messo in moto una sinergia tra
ministero dell’Economia e soggetti privati individuando, innanzitutto, la sede e la modalità più efficace per coinvolgere tutti gli attori del mercato: il Comitato Piazza
Finanziaria Italiana presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Un primo fronte di questo impegno è il programma di educazione finanziaria nelle scuole promosso dall’industria bancaria italiana. “Patti Chiari con l’economia” è infatti il nuovo
programma didattico sui questi temi, ed ha l’obiettivo specifico di avvicinare il mondo dei giovani all’economia attraverso un percorso di formazione e sensibilizzazione.

A seguito della firma, avvenuta nel febbraio 2006, del protocollo di collaborazione tra il Consorzio PattiChiari e il Ministero dell’Istruzione, si è costituito un Tavolo di lavoro
congiunto che ha portato allo sviluppo di questo nuovo programma, concepito, in particolare, per le classi IV e V delle scuole secondarie superiori, ritenute le più interessate ad un
approfondimento di questa materia in vista del futuro ingresso nel mercato del lavoro.

Attraverso l’introduzione sui banchi di scuola delle nozioni basilari per facilitare una reale conoscenza dei temi economici-finanziari, infatti, è possibile preparare le nuove
generazioni all’uso dei propri risparmi per costruire un capitale futuro e all’uso del credito come strumento per anticipare la disponibilità dei beni necessari alla famiglia, come, ad
esempio, la casa.

I1 Consorzio PattiChiari è il veicolo attraverso il quale l’industria finanziaria ha voluto investire nello sviluppo della educazione finanziaria, oggetto che ne costituisce lo scopo
statutario. Di fatto, il progetto è supportato, a livello territoriale, da 17 banche, ognuna delle quali supporterà gli insegnanti nella fase didattica mettendo a disposizione i
propri esperti per incontri con le scuole ed assistenza on line sulle tematiche bancarie. Gli esperti delle banche assisteranno in particolare docenti e studenti nella fase di realizzazione di
un concorso, legato al programma, basato sullo sviluppo di un’idea imprenditoriale e quindi anche su un “business plan. La partecipazione al concorso può avvenire esclusivamente via web,
coerentemente con l’idea di base del Consorzio che vede nella rete lo strumento più efficace per un’educazione finanziaria al passo con i tempi e con gli strumenti più utilizzati
dai giovani.

Leggi Anche
Scrivi un commento