«PROPOSTA COMUNITA' GIOVANILI TRA PRIORITA' ASSESSORATO»

In merito alla ricerca condotta dall’Anci sui desideri e aspirazioni dei ragazzi di oggi, che vede i Comuni essere il punto di riferimento più vicino per i giovani, ho richiesto al
Ministro di privilegiare l’invio dei Fondi del Ministero ai comuni stessi, in modo che possano diventare «promotori» sempre più attenti delle politiche
per la Gioventù e contribuire ad offrire ai giovani pari opportunità nella costruzione del loro futuro.

Quanto emerso, invece, sul forte senso di insicurezza della loro condizione, deve indirizzarci nel sostenere esperienze di sperimentazione, di creatività, di rischio di impresa
capaci di coinvolgere le famiglie in questo percorso che investe sul loro futuro, che è anche il futuro della nostra società.

Ritengo pertanto condivisibile la proposta del ministro Meloni sull’attuazione di una legge quadro che possa dare indirizzi ai Comuni sulla politiche della Gioventù al fine di
lavorare su obiettivi comuni e interventi strutturali anziché su iniziative-spot.

Di fondamentale importanza la proposta sulle «Comunità Giovanili» che sarà oggetto anche di una mia linea guida, e che intendo sviluppare in
senso più lato, come sostegno a tutte quelle strutture quali centri sportivi, oratori e centri ricreativi, che possono assolvere a questo compito.

La mia condivisione con le politiche del Ministro è stata evidenziata anche attraverso la scelta della denominazione dell’Assessorato: «Assessorato alle Politiche
Educative Scolastiche della Famiglia e della Gioventù, e che in virtù dell’accorpamento di deleghe – dall’Infanzia alla Famiglia, delle politiche della
Gioventù, può e deve far diventare la città di Roma un vero e proprio laboratorio di idee e di progetti che accompagnino i giovani lungo tutto il loro
percorso di crescita».

Lo ha dichiarato in una nota Laura MARSILIO, assessore alle Politiche Educative Scolastiche della Famiglia e della Gioventù, del Comune di Roma.

Leggi Anche
Scrivi un commento