Promuovere il recupero e il riciclo dei materiali di imballaggio in Umbria

Perugia – «Nel percorso del nuovo Piano Regionale alla raccolta differenziata è assegnato un ruolo fondamentale, si tratta di un settore da potenziare per raggiungere nei
prossimi anni l’ambizioso obiettivo del 60 per cento del totale dei rifiuti».

Spiega così l’assessorato all’Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile della Regione Umbria il senso del protocollo d’intesa firmato nel pomeriggio a Perugia tra Regione Umbria, Comune di
Terni e Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi) per promuovere il recupero e il riciclo dei materiali di imballaggio. Obiettivo dei due documenti è l’individuazione di azioni congiunte
per l’implementazione di servizi di raccolta differenziata degli imballaggi sul territorio e di soluzioni industriali che facilitino l’avvio del materiale raccolto a riciclo, inaugurando un
nuovo corso nella gestione dei rifiuti sul territorio umbro dove la raccolta differenziata è pari al 29 per cento. Inoltre, è prevista l’introduzione a Terni di un nuovo sistema
di raccolta che sostituirà completamente quello esistente di tipo stradale, con un modello «porta a porta».
«Una firma importante – ha sottolineato l’assessorato regionale all’ambiente – che prevede un accordo doppio, generale con la Regione e specifico con la città di Terni, che traduce
in piena e compiuta produttività il ciclo dei rifiuti».

I protocolli hanno la finalità di incrementare i livelli di raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggio provenienti da superficie pubblica o comunque conferiti al pubblico
servizio, promuovere, per ciascun materiale, le modalità di raccolta più idonee per raggiungere risultati quantitativi in linea con gli standard nazionali, sostenere una campagna
di comunicazione e sensibilizzazione dei cittadini sull’importanza della raccolta differenziata e sui risultati raggiunti in questo settore e in quello del recupero dei rifiuti di imballaggio,
definire un sistema organizzativo integrato per i rifiuti di imballaggio basato sui principi di efficienza, efficacia ed economicità, applicato in tutta la Regione anche tramite la
stipula di convenzioni tra «Conai» e Consorzi di filiera con i Comuni umbri.

Tra gli obiettivi prioritari anche la promozione del mercato della materia e dei prodotti recuperati dai rifiuti, anche da parte delle pubbliche amministrazioni, mediante l’inserimento nei
capitolati per la fornitura di beni e servizi dell’obbligo di utilizzo di materiali riciclati, e la riduzione degli scarti da attività di recupero e dei rifiuti residuali indifferenziati
da avviare a sistemi di trattamento e smaltimento, stabilendo controlli efficaci sulla destinazione dei rifiuti di imballaggio raccolti in modo differenziato.
«La città di Terni – ha detto il rappresentante del Comune presente alla firma del protocollo – ha toccato nel 2007 il 30 per cento di raccolta differenziata, valore importante ma
ancora non sufficiente. Per questo motivo l’amministrazione comunale, di concerto con l’Azienda Servizi Municipalizzati, sta avviando un nuovo progetto differenziato di raccolta porta a porta
con l’obiettivo di raggiungere già da dicembre 2008 i traguardi imposti dalla norma. Il protocollo d’intesa con il «Conai» rappresenta quindi, un’ulteriore opportunità
ed un contributo importante per la realizzazione dei risultati e dei tempi di attuazione del progetto stesso, sia come sostegno alle indispensabili iniziative di promozione, verso la
comunità, sia come garanzia dell’effettivo recupero dei materiali che verranno differenziati nel territorio municipale».

«Il Consorzio Nazionale Imballaggi» – ha affermato il presidente del Conai, Roberto De Santis – è impegnato in uno sforzo straordinario in termini economici ed operativi per
l’avvio e il miglioramento della raccolta differenziata degli imballaggi nelle Regioni in ritardo, affinché tali zone possano allineare i propri risultati alla media nazionale e agli
obiettivi richiesti dalla legge. E’ necessario però, che da parte delle amministrazioni locali ci sia un impegno sul fronte della gestione dei rifiuti nell’ottica di una
responsabilità condivisa fra tutti i soggetti interessati, ivi compresi i cittadini. In quest’intesa Conai rappresenta la garanzia che tutti i rifiuti di imballaggio provenienti dalla
raccolta differenziata (acciaio, alluminio, carta, plastica, legno e vetro) vengano effettivamente consegnati, per il loro riciclo e recupero, a realtà industriali in grado di
trasformarli in nuova materia dandogli in questo modo una nuova vita».

Leggi Anche
Scrivi un commento