Progetto Ruote sicure 2007/2008

Varese – Avviato nell’ottobre 2007, continua a ritmi serrati il Progetto Ruote Sicure 2007/2008 promosso da Provincia di Varese, Ufficio Scolastico Provinciale di Varese, Unasca Varese e
Automobile Club Varese.

Martedì 15 e Mercoledì 16 gennaio 2008 si tengono a Varese – Liceo Artistico»Frattini» – di Via Valverde i corsi per formatori-insegnanti di secondo grado. In tutto
sono 140 gli insegnanti a lezione dai 100 istruttori di Unasca e Aci Varese a beneficio dei 6000 studenti del Varesotto che potranno affrontare senza patemi l’esame di idoneità per la
guida del ciclomotore: negli ultimi anni, su 20.000 studenti che hanno concluso i corsi sono stati più di 16.000 coloro che sono risultati idonei.
Martedì 29 e Mercoledì 30 gennaio 2008 saranno formati gli insegnanti di Educazione stradale delle scuole della zona di Gallarate, Busto, Saronno, Sesto Calende e i corsi si
terranno presso l’Istituto di Istruzione Superiore di Gallarate – Viale Dei Tigli, 38.
A pochi giorni dall’affollato convegno tenutosi in Provincia Varese, organizzato dall’Ufficio Scolastico Provinciale di Varese, su «Educazione stradale: progettualità in atto in
provincia di Varese», si riafferma il PATTO DI FERRO a favore della SICUREZZA STRADALE promosso da dodici enti, autorità e istituzioni. Mercoledì 19 dicembre 2007 esperti e
insegnanti si sono trovati attorno allo stesso tavolo per confrontarsi e concordare una strategia comune a favore dell’educazione stradale e della formazione presso gli studenti di una nuova
cultura della sicurezza in provincia di Varese. Nel corso del convegno – organizzato nella sede della Provincia di Varese da parte dell’Ufficio Scolastico Provinciale – sono emersi dati
allarmanti sulla mortalità stradale giovanile, fenomeni deprecabili emergenti come l’uso di droghe e alcool al volante, scarsa preparazione dei giovani alla guida di un ciclomotore o di
uno scooter. Si sono confrontate e studiate a fondo strategie comuni per le varie autorità e competenze per attuare la più vasta ed articolata operazione di Sicurezza ed
Educazione Stradale rivolta ai giovani, in corso di attuazione nelle scuole del Varesotto, dall’autunno 2007 all’estate 2008.

Sono coinvolti nel progetto 140 insegnanti di scuole medie inferiori e superiori, dal Luinese al Saronnese, formati in specifici corsi da 100 istruttori di guida Unasca (Unione delle
autoscuole), da Nord a Sud di una provincia che vede schierate in campo dodici istituzioni: dalla Regione Lombardia alla Provincia di Varese e Prefettura, dalla Questura all’Ufficio Scolastico
Provinciale, dalla Polizia Stradale alla Servizio sanitario 118 e Vigili del Fuoco, dalle Aziende Ospedaliere alle Aziende Sanitarie Locali, dall’Università dell’Insubria all’Unione
delle Autoscuole, l’Aci Varese e la Motorizzazione Civile. Partecipano al sostegno del progetto anche Rotary Club Sesto Calende-Angera-LagoMaggiore e Rotary Club

Afferma Marco Bussetti, referente provinciale USP in materia di Educazione Stradale: «Il problema degli incidenti stradali è diventato una vera e propria emergenza sociale
che coinvolge diverse istituzioni chiamate ad intervenire. Gli incidenti che interessano le fasce giovanili dimostrano come, oltre ai rischi della strada giochino un ruolo importante
l’inesperienza e la scarsa conoscenza delle norme di sicurezza ed è in quest’ambito che la scuola si sta impegnando nell’ambito della formazione di studenti e docenti. La scuola, per il
ruolo che riveste all’interno della società, è il luogo idoneo per veicolare informazioni e per favorire la formazione graduale di una coscienza civica, rispettosa delle norme
della convivenza civile che ha tra le proprie finalità l’acquisizione di un comportamento di impegno nei confronti del bene comune pubblico, oltre che del «buon comportamento
privato».

Parla Alberto Belletti, presidente di Unasca Varesotto, sezione Autoscuole: «L’Educazione Stradale, in quanto veicolo della maturazione civile e sociale degli studenti nell’ambito
della convivenza civile, è da considerarsi il contenitore delle esperienze che afferiscono sia all’area del comportamento individuale sia a quella dell’etica collettiva. Educazione
stradale dunque come ideale materia per lo studio interdisciplinare. Spetta pertanto a tutti i docenti occuparsene sul piano educativo, didattico e tecnico. UNASCA Varese si sta impegnando a
fondo con i suoi 100 istruttori di guida per formare…i formatori (insegnanti) e grazie alla sensibilità di Provincia Varese e Ufficio Scolastico Provinciale stiamo trasformando una
serie di norme e codici in un reale momento di formazione ed educazione dei giovani».

Interviene Eugenio Roman, direttore dell’Automobile Club Varese: «I corsi di gennaio 2008 dell’iniziativa varata per l’anno scolastico 2007/2008 sono coordinati da Aci Varese e gli
incontri di Varese (15-16 gennaio) e Gallarate (29-20 gennaio) sono rivolti a dirigenti, insegnanti e docenti referenti per l’educazione stradale e si prefiggono di promuovere nella scuola
atteggiamenti consapevoli verso le problematiche dell’educazione stradale attraverso la presentazione di percorsi di educazione stradale realizzati in istituti scolastici della provincia nella
convinzione che la diffusione di buone pratiche sia indispensabile alla realizzazione di attività di prevenzione efficace e con forte ricaduta sulla formazione degli studenti. La
sinergia tra la ventina di enti preposti in modo professionale ad occuparsi di Educazione Stradale favorisce la miglior fruizione da parte degli studenti che potranno affrontare senza patemi
l’esame di idoneità per l’ottenimento della patente di guida dei ciclomotori.»

Leggi Anche
Scrivi un commento