Pomaria, la festa per la raccolta dell’oro della Val di Non

Pomaria, la festa per la raccolta dell’oro della Val di Non

Oro. All’inizio del mese di ottobre, è quello che viene in mente appena si valica il passo della Rocchetta e si inizia a percorrere la Val di Non: i frutti maturi sulle piante sembrano
d’oro, la luce ancora calda del sole amico di inizio autunno è un manto d’oro che impreziosisce tutto quello che sfiora, le foglie cangianti di prati e boschi sembrano intinte nell’oro.A
questa gioia degli occhi si aggiungono altre piacevoli sensazioni: il soave profumo di mele che pervade l’aria e lo scoppiettante brusio legato alla loro raccolta.

Come non “fermare” questo momento con qualcosa di speciale? La Val di Non l’ha voluto fare con una grande festa, Pomaria, che prende il nome da Pomone, la dea protettrice dei frutteti. Quella
del 2009 – che avrà luogo il 10 e l’11 ottobre- sarà la quinta edizionee questo numero importante verrà festeggiato in grande spolvero.

Protagonisteindiscusse dell’evento ancora una volta le mele. Si potranno ammirare in una mostra pomologica di frutta rara e antica, degustarle fresche e croccanti raccogliendole in compagnia
del contadino, trasformarle in dolci profumatissimi o vestirle con una sfoglia al “corso di strudel”.

Tra le novità di quest’anno, il concorso letterario “Parole di Pomaria, la festa del raccolto: ieri, oggi e… domani”. Si potrà concorrere sia in rima sia in prosa purché
ci si diletti parlando di mele.

Oltre alle mele, molti gli ingredienti che renderanno imperdibile una visita in Val di Non nel weekend di Pomaria: Casez, il borgo rinascimentale che ospita la festa, i numerosi laboratori
artigianali, l’elezione della “Più buona del Reame”, le degustazioni di vino Groppello e di presidi locali Slow Food, i mieli monofloreali vincitori di numerosi premi e i punti gourmetin
cui potersi deliziare a pranzo e a cenacon le prelibate ricette manifesto della tradizione locale nonesa.

I visitatori potranno, inoltre, godersi la bellezza della valle attraverso lunghe passeggiate nei boschi accesi dai colori dell’autunno, riflessi dai deliziosi laghi e dai torrenti che con le
loro acque cristalline rendono ancor più buono l’oro delle mele.

E per i più piccoli, giochi per divertirsi insieme, fiabe e altre iniziative per scoprire le meraviglie della natura.

LA STRADA DELLA MELA E DEI SAPORI DELLE VALLI DI NON E DI SOLE

Un progetto che punta ad un turismo di qualità

L’associazione “La Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole” nasce nel 2003 per volontà di contadini, locandieri, agrituristi, proprietari di negozi di prodotti tipici
ed enoteche della Valle del Noce, che con entusiasmo e passione hanno dato vita ad un importante progetto volto ad offrire agli ospiti in visita in questi splendidi posti un ottimo servizio.

Gli Associati della Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e di Sole, infatti, si sono impegnati a seguire un rigido e preciso disciplinare per garantire ai visitatori servizi di
ottima qualità: l’offerta di prodotti tipici locali sempre genuini e gustosi, menù a tema con i piatti della tradizione e ambienti confortevoli e curati in ogni dettaglio.

Per ulteriori informazioni su Pomaria:

www.visitvaldinon.it
www.stradadellamela.it
www.melinda.it

Frutta antica: Associazione Spadona
www.associazionespadona.it

“POMARIA”: LA FESTA DELLA MELA DELLA VAL DI NON
L’EDIZIONE 2009 IN PILLOLE

Val di Non – settembre 2009. La macchina organizzativa di “Pomaria” sta lavorando in questi giorni a pieno ritmo per definire gli ultimi dettagli dell’edizione 2009 della più grande
festa della mela del Trentino: “POMARIA”, che si svolgerà nel paese di Casez sabato 10 e domenica 11 ottobre 2009.

Ecco in pillole le iniziative che non mancheranno alla 5° edizione di “Pomaria”:

a. I LABORATORI

“Pomaria” invita i visitatori a essere protagonisti della festa! Negli speciali laboratori loro dedicati è possibile sperimentare in prima persona le tecniche più tradizionali
della vita rurale.

“COGLI LA PRIMA MELA”. E’ uno degli appuntamenti più amati della manifestazione. A partire dalla piazza principale di Casez il simpatico “Melabus”
condurrà tutti i visitatori sino al vicino meleto. Qui in compagnia del contadino sarà possibile scegliere un albero del frutteto e sperimentare in prima persona la raccolta delle
mele direttamente dall’albero! E’ possibile raccogliere una cassetta di frutta a testa (circa15 Kg di peso)… tutte le mele raccolte diventeranno di proprietà del visitatore che
potrà portarle a casa con sé per gustarle con tranquillità in compagnia di amici e famiglia!

“LE MANI IN PASTA”. Dall’albero… alla tavola! “Le mani in pasta” è il laboratorio che insegna i segreti della preparazione del più tipico
degli strudel trentini! Disposti in cerchio i partecipanti potranno prendere parte alla simpatica “catena di montaggio”, scambiarsi consigli e suggerimenti, oltre che gli ingredienti
fondamentali per cucinare il proprio dolce che, dopo essere stato sfornato, potranno portare a casa con sé ancora caldo e fumante!

“LE COCCOLE DI MAMMINA”. Mele ma non solo a “Pomaria”… Chi ama la frutta e le confetture potrà infatti partecipare a questo speciale laboratorio
che insegna le tecniche base per la preparazione delle marmellate di frutta seguito da degustazioni di antiche varietà di mela e di confetture dagli ingredienti particolari e gustosi
come le mele cotogne, il sambuco e le pere con le noci solo per fare qualche esempio…

b. DEGUSTAZIONI GUIDATE ERISTORAZIONE TIPICA

Essendo “Pomaria” la festa della mela e dell’autunno anaune non poteva mancare un’attenzione particolare ai prodotti genuini del territorio. L’intero centro storico di Casez si riempirà
dunque degli stand dei migliori produttori trentini che offriranno al pubblico i frutti della loro abilità artigiana: i corposi formaggi nostrani e gli insaccati, come la Mortandela
presidio Slow Food, i vini autoctoni, su tutti il Vin Groppello, i dolci della tradizione e, naturalmente, le mele, vere protagoniste della festa!

Il pubblico sarà invitato a partecipare a numerosi appuntamenti con le degustazioni in compagnia di esperti sommelier alla scoperta dei più particolari e irresistibili abbinamenti
di gusto, mentre per l’ora di pranzo sarà possibile scegliere tra gli svariati menù tipici preparati negli avvolti storici o nelle tre isole gastronomiche curate dai migliori chef
della valle oppure concedersi un menù d’eccezione come quello preparato presso il tendone riscaldato dagli allievi della rinomata Scuola Alberghiera di Ossanna.

c. CONCORSI DI MELA

Una delle più importanti novità dell’edizione 2009 riguarda gli speciali concorsi dedicati alla MELA. Se infatti tornerà l’elezione della mela “Più buona del Reame”
quest’anno la corte di “Pomaria” si arricchirà anche della mela “Più Grossa” e di quella “Più Strana”, saranno dunque tre le corone messe in palio dalla speciale giuria
esaminatrice. I frutti saranno consegnati direttamente dai contadini della Val di Non e esposti al pubblico per tutta la durata della manifestazione.

Altra novità di quest’anno infine, il concorso “Parole di Pomaria” che premierà invece l’estro creativo di tutti coloro che intenderanno cimentarsi nella composizione di poesie
(in italiano o dialetto) o racconti brevi dedicati alla mela della Val di Non e alla festa del raccolto. Gli elaborati potranno essere consegnati all’Associazione “Strada della Mela” fino al 25
settembre; in palio interessanti buoni spesa per l’acquisto di libri e pubblicazioni.

d. POMARIA FORMATO FAMIGLIA

Con sempre maggiore entusiasmo gli organizzatori di Pomaria cercano di trasformare la festa della mela in un momento di divertimento pensato per tutta la famiglia. Ecco dunque che anche
nell’edizione 2009 non mancherà l’ “Angolo dei Bambini”. I più piccoli troveranno diversi spazi verdi a loro riservati dove partecipare a laboratori e giochi legati al mondo della
mela ma non solo: potranno divertirsi così a costruire piccole cassette per raccogliere le mele o nidi per gli amici uccelli, potranno imparare a pescare e conoscere gli animali della
fattoria… Tanti personaggi fiabeschi inoltre allieteranno le ore delle famiglie in visita a “Pomaria”: l'”Om dele Storie”, ad esempio, il simpatico cantastorie girovago sempre pronto a
incantare con le sue filastrocche e leggende antiche, Dina la contadinacon il suo cesto di golosi prodotti del territorio o ancora Mastro Lucianoe i suoi birichini burattini protagonisti di
mille avventure…

e. POMARIA E’ ANCHE SOLIDARIETA’ PER L’ABRUZZO

“Pomaria” è da sempre attenta ai meno fortunati ai quali regolarmente dedica alcuni momenti di solidarietà. Quest’anno in particolare la Val di Non tende la mano all’Abruzzo dopo
le sfortunate vicende dei mesi scorsi per dare un aiuto concreto alle popolazioni terremotate. Così l’edizione 2009 del “Gran Galà di Beneficenza” di Pomaria, che si
svolgerà come di consueto la sera del sabato, sarà votata al progetto della CROCE ROSSA ITALIANA del Trentino per l’Abruzzo. Il ricavato della cena preparata dagli allievi della
prestigiosa Scuola Alberghiera di Ossanna in collaborazione coi maggiori chef della zona contribuirà a sostenere la realizzazione di alcune importanti opere di risistemazione della
regione abruzzese.

Anche Melindastessa infine ha deciso di offrire un aiuto concreto a favore delle popolazioni colpite dal terremoto, attraverso una raccolta fondi per ricostruire il mercato rionale de L’Aquila,
distrutto nel corso del terremoto della primavera scorsa. In occasione di “Pomaria”, i soci del Consorzio offriranno gratuitamente le proprie mele ad un gruppo di grossisti e dettaglianti
aquilani ospitati per l’occasione in Val di Non che potranno venderle al pubblico durante il week-end di “Pomaria” e giovarsi così del ricavato della vendita; all’ammontare della
raccolta diretta inoltre Melinda aggiungerà un contributo di pari importo da devolvere in beneficenza per il progetto.

Per tutte le informazioni:

www.pomaria.it

Associazione “Strada della Mela e dei Sapori delle Valli di Non e Sole”tel. 0463 601647 info@stradadellamela.it; Azienda per il Turismo Val di Nontel. 0463 830133 info@visitvaldinon.it

Leggi Anche
Scrivi un commento