PIL: Confagricoltura, agricoltura “Controciclica”

PIL: Confagricoltura, agricoltura “Controciclica”

“Cresce dello 0,6% il PIL, ma non per l’agricoltura. La crisi economica in atto continua a far sentire in pieno i suoi effetti sul settore agricolo.” Lo sottolinea con preoccupazione la
Confagricoltura analizzando la stima preliminare del Prodotto interno lordo (PIL), diffusa dall’Istat, che conferma – per il terzo trimestre 2009 – una diminuzione del valore aggiunto
dell’agricoltura, in controtendenza rispetto ai settori dell’industria e dei servizi che registrano segnali di ripresa.

La flessione dell’agricoltura – ricorda Confagricoltura – interrompe la ripresa produttiva del settore, che aveva caratterizzato specie il 4° trimestre 2008, quando si era registrata una
crescita del 3,9% del valore aggiunto, a fronte di un calo del 6,1% per l’industria e dello 0,6% dei servizi. Aumenta pertanto l’incertezza sui tempi del ritorno su un sentiero di crescita, in
presenza di difficoltà sui mercati che investono tutti i settori: dai cereali ai suini, al latte, ai bovini.

“I dati Istat sono – commenta il presidente di Confagricoltura Federico Vecchioni – la riprova della dinamica controciclica dell’agricoltura che assorbe i meccanismi economici in alcuni momenti
e poi li restituisce dopo, facendo da ammortizzatore sociale. Quindi le attuali richieste che portiamo avanti sono non solo motivate, ma di vitale importanza per il settore e l’economia del
sistema Paese”.

Leggi Anche
Scrivi un commento