Piemonte: Regione e Usr firmano un protocollo d’intesa per il sostegno delle scuole di montagna

Piemonte: Regione e Usr firmano un protocollo d’intesa per il sostegno delle scuole di montagna

Torino – Gli assessori regionali all’Istruzione, Gianna Pentenero, alla Montagna e il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale (USR), Francesco de Sanctis, hanno firmato il
protocollo d’intesa che rinnova l’impegno a promuovere iniziative per il mantenimento e lo sviluppo del servizio scolastico nelle zone montane del Piemonte. Per l’attuazione dell’accordo,
l’Assessorato regionale all’Istruzione stanzierà, sulla base del piano triennale per il diritto allo studio, un milione di euro, cifra che sarà integrata dai fondi
dell’Assessorato regionale alla Montagna per il finanziamento dei progetti presentati ogni anno dalle Comunità montane.

In particolare il nuovo protocollo triennale, rispetto ai due accordi firmati nel 2003 e nel 2006 che stabilivano l’impegno dei firmatari a mantenere e valorizzare i plessi di montagna, amplia la
sperimentazione e la promozione di progetti mirati all’utilizzo di nuove tecnologie. L’intento è quello di mitigare l’isolamento delle scuole di montagna mediante l’annullamento delle
distanze. Lavagne interattive, strumentazioni tecnologiche all’avanguardia per la realizzazione di lezioni che si svolgono in una sede “principale”, ma che in simultanea possono essere seguite
anche in altre scuole; visite virtuali, condivisione di ricerche, partecipazione interattiva a progetti didattici.

Si chiama “teleinsegnamento” ed è un progetto che la Regione intende sempre più consolidare e rendere prassi comune su tutto il territorio montano. Oltre a voler accrescere
la condivisione di progettualità didattiche e ad incrementare accordi di programma a livello locale tra scuole ed Enti territoriali, il protocollo prevede la creazione di un gruppo di
lavoro interistituzionale, quale strumento consultivo, propositivo ed operativo.

Al tavolo saranno chiamati ad intervenire presidenti delle Comunità montane, dirigenti scolastici e docenti, coordinati da un dirigente tecnico-ispettore designato dall’USR del Piemonte.
Nell’ambito del gruppo di lavoro interistituzionale verrà inoltre istituito il “Nucleo Tecnico di Valutazione e Monitoraggio”, con il compito di accompagnare e supportare, anche attraverso
visite periodiche in loco, l’attuazione dei progetti messi in atto per il miglioramento e lo sviluppo delle scuole di montagna.

“L’obiettivo della comunicazione e dell’interazione in classe e tra classi, ha assunto un ruolo centrale nell’insegnamento. – dichiara l’assessore all’Istruzione Gianna Pentenero – Così
come la capacità dei docenti di offrire agli alunni non solo nozioni ma idee, veicolate da mezzi nuovi e più vicini al mondo giovanile, si è rivelata, in questi primi anni di
sperimentazione del teleinsegnamento, molto efficace. Un metodo, che ha inoltre contribuito a responsabilizzare gli alunni e a renderli protagonisti attivi nell’apprendimento”.

Info:

Leggi Anche
Scrivi un commento