Piemonte: E’ Boom turistico nella Provincia di Vercelli

Piemonte: E’ Boom turistico nella Provincia di Vercelli

Vercelli – Non nasconde certo la propria soddisfazione l’Assessore al Turismo della Provincia di Vercelli Marco Pasteris alla lettura dei dati Istat che evidenziano un incremento
significativo dei flussi turistici nel vercellese e in Valsesia. Le cifre promuovono il nostro territorio con un sensibile aumento pari al 9,3% con oltre 79mila arrivi.

Un dato che proiettato nel triennio 2006-2008 portano la Provincia di Vercelli ad un incremento di oltre 19 punti percentuali. Analizzando ulteriormente i dati Istat si evince anche un calo delle
presenze legate al business, il che significa che ad attrarre i visitatori sono realmente le eccellenze del territorio, dando ragione alle strategie messe a punto da Pasteris “C’è
ovviamente entusiasmo per tutto questo – spiega l’assessore – la Provincia di Vercelli sta dimostrando di credere molto in questo settore. E’ avvenuto in particolar modo negli ultimi due anni,
con il desiderio di coniugare le due realtà ben distinte che vanno a comporre la Provincia. Da una parte la montagna, con il suo turismo di matrice sportiva, ma legato anche a tutto il
circuito delle tradizioni, dall’altra la pianura e nello specifico le suggestioni delle Terre d’Acqua e delle risaie”.

Un prodotto variegato che l’Assessore Pasteris sta valorizzando in maniera intelligente e funzionale: “Lo abbiamo fatto con progetti mirati come Province allo Specchio, gemellaggio
gastronomico, storico e culturale tra la nostra terra e quelle con le quali abbiamo affinità come Padova, Messina e Vibo Valentia. Questi progetti sono nati dalla consapevolezza della
particolare importanza che le relazioni nazionali ed internazionali hanno per lo sviluppo armonico del nostro territorio, sempre più coinvolto per le sue peculiarità in processi
economici e sociali di ampio respiro. La strategia adottata dalla Provincia di Vercelli è stata quindi quella di stimolare, insieme ai partner individuati, lo sviluppo e la
valorizzazione dei gemellaggi, con l’intenzione di farne strumento di promozione di relazioni e scambi istituzionali, culturali, economici e sociali”.

Province allo Specchio è stato un passo fondamentale, ma il primo di una serie di progettualità nelle quali l’ente crede con fermezza. E gli Stati Generali del Turismo hanno
rappresentato un’altra tappa obbligata e attesa. “Abbiamo vissuto questo appuntamento, il primo nella storia dell’ente, nella consapevolezza di quanto sia opportuno coinvolgere operatori
economici di settore, rappresentanti delle associazioni di categoria, istituzioni, esperti e quanti sono coinvolti nel processo di sviluppo di un settore strategicamente importante come quello
del turismo. Gli Stati Generali hanno rappresentato un vero e proprio tavolo di lavoro e di idee per fare il punto della situazione sull’industria turismo nella Provincia di Vercelli,
un’occasione per poter confrontare esperienze ed esigenze, per poi giungere a decisioni condivise”.

Pasteris ha quindi ribadito quelli che sono i punti focali della sua strategia. “Fin dal primo momento ho sottolineato l’importanza di scommettere sui quattro assi di cui disponiamo, ovvero il
turismo religioso, culturale e artistico, quello enogastronomico, il turismo ambientale e quello sportivo. Stiamo sviluppando nuovi e ambiziosi progetti. Perché è nostra
intenzione non solo farci conoscere nel miglior modo possibile in Italia, ma il messaggio deve arrivare in maniera chiara anche all’estero. Per queste ragioni stiamo valutando tutta una serie
di partecipazione a eventi che produrranno un ritorno importante non solo dal punto di vista dell’immagine, ma anche e soprattutto in termini di presenze turistiche. Proprio in quest’ottica
partirà il progetto Out of the box, che ci vedrà far promozione in Europa e negli Stati Uniti”.

L’Assessore conclude il suo intervento ribadendo come il turismo rappresenti “una delle maggiori risorse di cui l’Italia dispone. E’ il vero cuore del Made in Italy, la sua componente meno
replicabile. E’ una grande risorsa per ciascun territorio e per il suo sviluppo. Una risorsa fondamentale per il suo impatto economico diretto, ma anche per la sua funzione di vetrina
dell’Italia nel mondo. Attraverso il turismo, e mi riferisco nello specifico al nostro territorio, facciamo conoscere il nostro patrimonio artistico e paesaggistico, rendiamo partecipi della
nostra cultura persone di ogni dove, facciamo apprezzare l’ampia scelta di produzioni che siamo in grado di offrire”.

Leggi Anche
Scrivi un commento