Piemonte: buono scuola 2007-2008

Torino – E’ stato pubblicato oggi, su Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte, il bando per la presentazione delle domande di assegnazione dell’assegno di studio per
iscrizione e frequenza, acquisto dei libri di testo e partecipazione alle attività integrative sostenute dalle famiglie per l’istruzione dei propri figli per l’anno scolastico 2007-2008,
individuando le risorse necessarie pari a 14060000,00 euro.

Per l’anno scolastico 2007/2008, anno di prima applicazione della nuova legge regionale n.28/2007 sul «Diritto allo studio e la libera scelta educativa», i criteri di assegnazione
degli assegni di studio, sono stati determinati dalla norma transitoria che demanda alla Giunta regionale la predisposizione degli atti entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge.

«Credo che – sottolinea l’assessore all’Istruzione e Formazione professionale Giovanna Pentenero – aver pubblicato il bando a fine gennaio, in concomitanza
con la scadenza del termine assegnato alle famiglie per compiere la scelta della scuola a cui iscrivere i propri figli, non abbia arrecato danni in termini di informazione su quali contributi
avrebbero potuto usufruire.
Con l’approvazione della legge in Consiglio regionale, lo scorso 22 dicembre 2007, si dava già piena certezza e garanzia alle famiglie che avrebbero avuto le risorse necessarie per
affrontare le spese di iscrizione e frequenza entro i termini previsti.

L’articolo della legge riguardante i Buoni scuola – continua l’assessore – è stato infatti oggetto di un ampio dibattito in seguito al quale, la collaborazione di tutte le
forze politiche ha permesso che, proprio per garantire la libera scelta alle famiglie, si arrivasse all’approvazione della legge prima della fine dell’anno. Grande diffusione è stata
data inoltre ai mandati di pagamento emessi dal settore Ragioneria della Regione e alla successiva autorizzazione, da parte della Giunta, per l’emanazione dei bandi. Sono state quindi compiute
tutte le procedure tecniche di trasmissione dei dati informatici e di divulgazione delle procedure e modalità per la presentazione delle domande di assegnazione dell’assegno di
studio».

Leggi Anche
Scrivi un commento