Pesce bio, in Puglia torna il BiolFish

Pesce bio, in Puglia torna il BiolFish

Produzione, mercato e collettività: sono le aree di riferimento del BioFish, manifestazione internazionale incentrata sull’acquacoltura biologica e la pesca sostenibile, la cui seconda
edizione si terrà dal 22 al 28 giugno a Monopoli, centro costiero a Sud di Bari. Una settimana di eventi tra gastronomia, cultura, convegni e premiazioni, in collegamento col Premio Biol –
la kermesse mondiale di olivicoltura bio da cui il BiolFish è scaturito – all’insegna della valorizzazione del territorio e delle sue produzioni tipiche.

Nato come progetto Interreg con partner dei Paesi dell’Adriatico e sfociato in una prima manifestazione lo scorso aprile sempre nelle piazze e nel centro storico di Monopoli, in continuità
con il pittoresco porto, oggi il BiolFish è una rete e un Osservatorio che lavorano per migliorare la qualità e valorizzare i prodotti ittici ottenuti con metodi biologici e
rispettosi dei principi di sostenibilità ambientale. Patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole alimentari e Forestali, il BiolFish 2009 è organizzato dal Comune di Monopoli
col supporto di Coispa Tecnologia e Ricerca, CIBi – Consorzio Italiano per il Biologico, Consorzio Puglia Natura e Premio Biol.

«Durante la manifestazione – spiega il coordinatore BiolFish Pino Lembo – si terranno meeting e workshop per la promozione e lo scambio di informazioni sui metodi di produzione, sulle
qualità e quantità, sugli aspetti sociali e del mercato, sulle difficoltà di produzione. I partecipanti all’evento, provenienti anche dai paesi del Mediterraneo, discuteranno
di relazioni fra comunità costiere, ambiente naturale e produzioni ittiche. E analizzeranno il ruolo dei sistemi di certificazione, anche alla luce dell’entrata in vigore, avvenuta a
gennaio, del nuovo regolamento Ue sul biologico, che include norme di produzione per l’acquacoltura bio in tutte le fasi della produzione e migliora il sistema di controllo».

Il tutto accompagnato da una serie di eventi. Sul versante gastronomico, si va dalle «Officine del Gusto», laboratori di degustazione del pesce e riconoscimento della qualità
dei prodotti ittici, alle «Osterie BiolFish», appuntamenti culinari ogni giorno, a pranzo e a cena, con menù a base di materie prime bio e da pesca sostenibile, proposti dai
ristoratori di Monopoli, a un corso di cucina bio. Grande appuntamento finale, «Il pesce in piazza»: degustazioni per tutti i visitatori con il coinvolgimento della comunità
dei pescatori di Monopoli.

Previsti anche un mercatino dei prodotti bio, Fairtrade e tipici del Mediterraneo, nonché le seconde edizioni della mostra BiolPhoto, con acquacoltura biologica e pesca sostenibile
immortalate in fotografie d’autore e non, e della rassegna «I Corti Bio», cortometraggi sulla sostenibilità e la biodiversità provenienti da tutto il mondo. 
Torneranno anche i Bioitinerari via mare, all’insegna del binomio fra pesce e vino bio degustati in barche a vela, ma anche via terra. Senza dimenticare gli stand istituzionali e per aziende,
enti e produttori, secondo varie aree tematiche: il gusto, i sapori, i laboratori; i territori, l’uomo e l’ambiente; immagini, testi, azioni e messaggi a confronto. Gran finale con le
assegnazione dei premi BiolFish, dedicati alle produzioni biologiche ed ecosostenibili, e Biol per i migliori extravergini bio al mondo.

Leggi Anche
Scrivi un commento