Perugia: Tra oliveti e vigneti sui sentieri del Sagrantino

Montefalco – Più di 280 chilometri da percorrere a piedi, in bicicletta o a cavallo tra gli oliveti ed i vigneti delle colline umbre sui sentieri del Sagrantino, vitigno
autoctono portato nel 15/o secolo dai frati provenienti dall’ Asia Minore. Sono 27 gli itinerari, lunghi mediamente una decina di chilometri, di una nuova guida presentata ieri sera
presso la Cantina Arnaldo Caprai, a Montefalco.

Ad illustrarla è stato Alessandro Casciola, direttore della Strada del Sagrantino. Toccano i cinque comuni della zona di produzione di questo vino (Montefalco, Bevagna, Gualdo
Cattaneo, Giano dell’ Umbria e Castel Ritaldi) e quelli limitrofi di Foligno, Spoleto, Cannara, Bettona, Deruta e Todi. Itinerari tra gli antichi borghi e le bellezze artistiche e
paesaggistiche di questa parte dell’ Umbria, ma anche con la possibilità di fermarsi per una sosta nelle oltre 30 cantine associate dove assaggiare il Sagrantino, il Rosso di
Montefalco, il Grechetto ed il Trebbiano spoletino.

Ma si potrà sostare anche in alcuni frantoi dove degustare l’ olio extravergine di oliva a denominazione di origine protetta dell’ Umbria oppure quello da agricoltura biologica.
Lungo i 27 percorsi si trovano anche laboratori di norcineria ed un organizzato circuito di botteghe artigiane, dove vengono ancora proposte le tecniche medievali di lavorazione del
ferro, della carta, della seta e della cera. Sulla Strada del Sagrantino si potrà anche pernottare in agriturismi, alberghi di charme, residenze d’ epoca e caratteristiche
locande e sperimentare la cucina del territorio in ristoranti tipici, osterie e winebar.

La presentazione della guida ha aperto la due giorni di discussione sul tema “Le filiere della qualità, territori, percorsi e storie di successo”, cui partecipano esperti ed
operatori di Umbria ed Emilia. “In un momento di crisi economica a livello mondiale – ha spiegato Marco Caprai – abbiamo voluto confrontarci con gli amici produttori dell’ olio
extravergine di Brisighella, del Culatello di Zibello e del Lambrusco per scambiarci suggerimenti e proposte per meglio affrontare questo difficile momento”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento