Perugia: Eurochocolat chiude con successo

Perugia: Eurochocolat chiude con successo

Perugia – Anche nel 2009 sono stati un milione i visitatori di Eurochocolate giunti a Perugia nei dieci giorni.
400mila nel primo week end (da venerdì 16 a domenica 18) e altrettanti nel secondo. Gli altri si sono registrati nei giorni feriali della settimana, penalizzati un po’ dal maltempo.
L’apertura anticipata di un giorno, sperimentata quest’anno per la prima volta, ha portato i risultati sperati, permettendo – nonostante l’afflusso inaspettato di visitatori nella giornata
inaugurale- di rodare la macchina organizzativa prima del grande afflusso del week end. Per questo sarà riproposta anche nel 2010, quando Eurochocolate partirà venerdì 15 per
concludersi dopo dieci giorni di dolcezza.

Soddisfazione per l’andamento di Eurochocolate è stato espresso dall’Assessore allo Sviluppo Economico e al Turismo del Comune di Perugia, Giuseppe Lomurno. “La condivisione di
attività e di intenti che c’è stata quest’anno tra il Comune e l’organizzazione di Eurochocolate – ha precisato l’Assessore Coturno – è un passo importante verso una
riflessione più profonda che cominceremo già da subito, in vista della prossima edizione. In ogni caso, non possiamo che essere soddisfatti dei risultati raggiunti e del fatto che
la manifestazione si è svolta al meglio.”

Soddisfazione condivisa a pieno dal patron di Eurochocolate, Eugenio Guarducci. “Se non fosse piovuto durante la settimana – ha detto- avremmo sicuramente superato il milione di presenze.
L’economia del rossetto, ovvero quella delle piccole cose che danno piacere e rendono più facili i momenti di crisi, vale anche per il cioccolato che ha dimostrato ancora una volta di
poter trascinare tante persone alla ricerca di un momento di serenità. I dati della manifestazione che si è appena chiusa parlano da soli, Eurochocolate ha rinnovato anche per il
2009 la validità del suo format con numeri da capogiro.”

Dati economici Eurochocolate 2009
Ecco tutti i numeri di Eurochocolate 2009: Nei dieci giorni sono stati battuti 462mila scontrini ( 2,67% rispetto al 2008), mentre lo scontrino medio è in aumento del12,61% rispetto allo
scorso anno. Grazie all’appetibile concorso ChocoCard che aveva messo in palio fantastici premi, quest’anno le carte servizio di Eurochocolate vendute sono arrivate a quota 35.820, registrando un
incremento del 62.82% rispetto al 2008. Complessivamente sono state distribuite ben 205 tonnellate di cioccolata di ogni gusto e forma.

Per gli eventi sponsor sono stati registrati i seguenti dati: 30mila tra gadget e dolci omaggi sono stati consegnati da Škoda nell’arco dei 10 giorni, 3mila cartoline compilate; oltre 2000
giovani hanno partecipato al gioco di animazione Rompete il Ghiaccio realizzato all’interno della nuovissima Škoda Yeti e oltre 35mila scatti sono quelli che le persone si sono fatte fare in
compagnia della mascotte Yeti. L’Esercito Italiano ha ospitato 5000 golosi, in maggioranza donne, che si sono messi alla prova scalando la parete di cioccolato Novi allestita presso lo stand
mentre oltre 2000 sono state le schede contatto registrate.

Sono invece 22mila gli amanti del cioccolato che hanno preso parte alle Lezioni di Cioccolato della Perugina e in 2500 si sono “laureati” ricevendo in premio il tocco, il tipico cappello
universitario. Ad Eurochocolate ben 5mila romantici hanno ritirato i lucchetti firmati Baci Perugina per giurarsi amore eterno e altrettanti sono stati coloro che hanno liberato la propria voglia
di caffè con Nescafè Dolce Gusto all’interno dell’atrio del Teatro Pavone. In occasione di Rompete le Righe sono stati superati gli schemi del cioccolato, proponendo particolari ed
insoliti abbinamenti.

Nel centro storico della città sono state distribuite la bellezza di 330 mila schiacciatine Olivia&Marino, effettuati 1500 aperitivi sfiziosi e 1000 degustazioni dei prodotti Olivia
& Marino in abbinamento ai prodotti tipici locali, nonché distribuiti 230mila Itinerari dello sfizio per conoscere la Perugia del gusto. Gli chef Fini hanno cucinato ben 200
chilogrammi di tortellini ricotta e cacao realizzati in esclusiva per Eurochocolate, mentre Negroni ha fatto toccare il cielo con un dito a tanti buongustai che sono saliti sul palco allestito in
Piazza Italia e che, in 40mila hanno indossato i simpatici occhialini a forma di stella.

Anche quest’anno Milka ha saputo attirare il popolo dei golosi distribuendo, nei soli week end, 30mila cappellini con le corna della famosa mucca lilla, mentre sono stati dati in degustazione
200mila Mini Luflèe, 35mila matite Milka Pencil, 20mila biscotti immersi nel goloso cioccolato Milka e 10mila foto scattate presso la Foto Station. Ad andare a ruba anche le 25mila
fascette Toblerone che ha lasciato a bocca aperta migliaia di visitatori ammaliati dalle dimostrazioni degli allievi del settore Arti Marziali Cus Perugia che si sono esibiti per
l’attività Judo che mi piace.

A mettere alla prova le proprie doti canore e di show man sono state oltre 1300 persone che si sono esibite nei 275 ciak cameo al ritmo del jingle Ciobar. Le tazze di cioccolata calda Ciobar che
sono state distribuite sono state ben 48mila. Apprezzatissime le nuove creazioni realizzate dai MaÎtres Chocolatiers Lindt distribuite in 40mila pezzi per ciascuna tipologia. A divertire il
pubblico ci ha pensato anche Caffarel che quest’anno ha proposto il gioco Il Gianduiotto che Rompe le Righe, una divertente sfida tra coppie che ha coinvolto 12mila persone. Bene anche il gioco
di animazione di TVS, la ditta specializzata nella produzione di padelle, che ha divertito 14mila persone con il gioco 10 giri in padella di cui 3mila hanno vinto il cappello da chef firmato TVS
e 6mila persone che si sono sfidate nelle divertentissime partite di ping pong.

150 le Torte Sacher che sono state realizzate da esperti pasticceri all’interno dello stand Conserve della Nonna, farcite, per chi lo desiderasse, da ottima panna Spray Pan. Anche Limmi, oltre
che con la LimmiCar primo premio del concorso Chococard, ha riscosso il favore del pubblico con i nuovi prodotti, distribuendo tra degustazioni e prodotto in omaggio 5712 sorbetti. Ottimo debutto
per l’Osteria delle Strade del vino e dell’olio dell’Umbria in via Ulisse Rocchi dove sono state degustate oltre 500 etichette di vini umbri per un totale di 1200 bottiglie stappate e 30 di oli
umbri, 7mila degustazioni e ben 1500 pasti a base di prodotti tipici.

Infine, Gran Marnier ha offerto 25mila degustazioni proposte in abbinamento a scorze di arancia candita e cioccolato. Particolarmente partecipate le tante degustazioni in programma che
proponevano al cioccolato abbinamenti più o meno ricercati.

In 400 hanno partecipato a Viaggiare con Gusto per conoscere il cioccolato proveniente da vari Paesi produttori di cacao; in 250 hanno apprezzato le sessioni di Noccioliamo, in collaborazione con
l’Associazione Nazionale Città della Nocciola; quasi 1000 i golosi che si sono fatti tentare dai percorsi guidati dalla Chocotaster Monica Meschini alla scoperta del cioccolato Vanini; a
provare il connubio tra cioccolato e rum Wirspa sono state invece 600 persone attratte da queste degustazioni dal carattere deciso; 400 invece coloro che si sono deliziati con gli appuntamenti in
compagnia del maestro cioccolatiere Andrea Bianchini che ha presentato la nuova linea Mon Bon che unisce l’ottimo cioccolato all’olio extra vergine d’oliva Gran Fruttato Monini.

Anche i bambini delle scuole e no sono stati protagonisti assoluti di numerose attività a loro dedicate: 1500 quelli coinvolti nelle divertenti lezioni de I Pasticcioni; mentre ben 35
classi delle elementari e più di 13mila baby visitatori hanno partecipato al percorso didattico Nanauà per le vie del cacao. www.eurochocolate.com Bene anche le lezioni ABC del
Cioccolato e dell’Equoscuola mentre sono stati 120 i bambini che, nei due sabati durante Eurochocolate, hanno aderito all’iniziativa Sognando al Museo realizzata in collaborazione con il Post e
che si è svolta presso il Museo della Perugina.

Sipario internazionale con Eurochocolate World che ha tenuto 4 ore di spettacolo, coinvolgendo la comunità indonesiana, quella peruviana e brasiliana e oltre 20 ore di dimostrazioni live
di preparazione di cioccolata e cocktail. Anche il Summit quest’anno ha saputo riscuotere un notevole successo: ben 690 persone si sono alternate alla presentazione dei vari progetti di
produzione di cacao.

Eurochocolate è stata un’ottima occasione anche per Inail che ha deciso di partecipare per la prima volta all’evento e che ha distribuito 18mila cioccolatini e 7mila gadget tra segnalibro,
guanti e cazzuole, mentre in 1036 hanno partecipato al gioco La sicurezza va trattata con i guanti. Anche monte dei Paschi di Siena ha distribuito, nel corso della kermesse, 10mila cioccolatini
firmati MPS.

A riscuotere particolare interesse anche i quattro veicoli Green Post esposti in Piazza Italia, lo stand di Vitakraft che proponeva cioccolato per cani ed ha venduto ben 1000 ChocoBall e
l’iniziativa Sopra la Panca… realizzata in collaborazione con lo Studio Fotografico Fratticioli. 800 visitatori si sono fatti immortalare in una foto per l’appunto…sopra la panca
Sciocolà, disegnata da Adele Rotella!

Sempre più forte l’interesse dei visitatori di Eurochocolate per i trattamenti a base di cioccolato proposti dal Centro estetico Cacao che ha effettuato ben 800 trattamenti a base del cibo
degli dei in questi 10 giorni; interessati al benessere anche gli sportivi che si sono divertiti in Piazza Italia con gli animatori Virgin Active e tutti coloro che hanno partecipato al Old Rugby
Tournement quest’anno alla sua terza edizione. Sempre in tema di rugby, sono ben 350 i bambini che hanno aderito al torneo Eurochocolate una dolce meta, realizzato in collaborazione con la onlus
Rugby4Us.

A riscuotere successo anche le varie iniziative parallele di Eurochocolate: la Dolce Pedalata, nonostante le condizioni meteo non decisamente favorevoli ha richiamato 750 atleti; il Cioccolato si
mette in moto che si è tenuto nel secondo week end ha invece invaso le strade di Torgiano con un fiume composto da ben 180 motociclisti. A rispondere al richiamo del cioccolato anche il
popolo dei camperisti che, tra l’iniziativa Camper Choco Rave e altri punti di raccolta, sono arrivati a Perugia in 450 equipaggi.

 Molto bene anche Corciano Dolce Borgo, l’iniziativa che si è svolta nello splendido comune limitrofo nel primo fine settimana dell’evento e che ha saputo attirare 3mila persone di
cui almeno 2500 hanno deciso di degustare le prelibatezze artigianali realizzate dai Maestri pasticceri locali rigorosamente al cioccolato. Infine, anche quest’anno si può confermare che,
se le presenze sono state forti, merito è stato sicuramente anche di internet.

Per il secondo anno consecutivo il sito www.eurochocolate.com è stato preso d’assalto. Si è registrato il record di visite nella giornata di venerdì 16 ottobre con la
bellezza di 17.017 accessi con una media giornaliera di 13.134 visite e un incremento medio giornaliero del 17.65%.

Un ringraziamento particolare va alle Forze dell’Ordine, al Comando dei Vigili Urbani del Comune di Perugia, ai volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa Italiana, agli operatori
della Gesenu che sono stati impegnati durante la manifestazione, nonché ai ventitre Chocoreporter FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) che hanno immortalato i momenti
salienti di Eurochocolate 2009.

Identikit del visitatore di Eurochocolate
Durante i dieci giorni della manifestazione sono stati effettuati dei sondaggi, intervistando a campione 4000 golosi giunti a Perugia, dai quali è risultato che il visitatore di
Eurochocolate è giovane, tra i 18 e i 30 anni, per la maggior parte studente (40%), ma anche impiegato (17%), dirigente, imprenditore, libero professionista (10%). Uomo e donna sono alla
pari. Il 62% degli intervistati è diplomato, laureato il 17% ed il restante ha frequentato la scuola dell’obbligo.

Per quanto riguarda la provenienza, la parte del leone la fa il Lazio da dove provengono il 19% dei golosi, quindi l’ Umbria con il 17% e la Campania con 15%. Il restante 49% proviene
prevalentemente da Abruzzo, Calabria, Basilicata e Toscana. La metà di loro è già venuta ad Eurochocolate almeno una volta, mentre per l’altro 50% è la prima volta.
L’83% è venuto apposta per visitare Eurochocolate e il 26% ha visitato chiese e musei, luoghi di culto e altre città della regione. Il 62% degli intervistati non ha pernottato in
zona, mentre il 21% ha trascorso a Perugia o zone limitrofe una notte e il 13 % due notti. Solo il 4% ha soggiornato più di tre notti. La struttura preferita in caso di soggiorno è
l’ albergo tre stelle.

Alla domanda come hai conosciuto Eurochocolate? Tra coloro che non erano mai stati alla manifestazione, il 32% ha risposto attraverso il passaparola, il 13% tramite internet e un altro 13%
attraverso i media e le fiere di settore. Tra i principali disagi registrati dagli utenti, il 70% degli intervistati non ne ha riscontrato nessuno, mentre il 30% che ha avuto disagi si è
lamentato soprattutto dei parcheggi (13%), trasporti (5%), servizi igienici (4,50%), altro (7,50%). Infine, altro dato interessante riguarda la spesa media procapite complessiva, ovvero gli
acquisti tra gli stand, viaggio, pernottamento, consumazioni varie, che quest’anno risulta pari a 60,90 euro.

eurochocolate.com

Leggi Anche
Scrivi un commento