Paura del cibo: cosi le diete “spaventano” il cervello

Paura del cibo: cosi le diete “spaventano” il cervello

La dieta scolpisce nel corpo e nella mente: regime alimentari particolarmente severi sono infatti in grado d’influenzare il cervello, causando modificazioni nel flusso dei pensieri.

Ad affermarlo, una ricerca dellaBrown Medical School di Providence, in Rhode Island, condotta dalla dottoressa Jeanne McCaffery e pubblicata dal “American Journal of Clinical Nutrition”.

La dottoressa McCaffery ha lavorato con 51 volontari: 18 normopeso, 16 sovrappeso e 17 normopeso post dieta (con perdita di peso di almeno 10 kg); tutti i soggetti sono stati sottoposti alla
visione di fotografie di cibo, mentre veniva analizzati tramite risonanza magnetica.
I risultati hanno evidenziato come, alla vista del cibo, il cervello dei soggetti post dieta attivava le aree legate ad inibizione e fatica, solitamente legate ad eventi traumatici o condizioni
di lavoro molto sgradevoli.

In altre parole, l’immagine degli alimenti faceva scattare un segnale d’allarme mentale, una sorta di residui sgradevole delle regole imposte per perder peso.

Conclude la dottoressa McCaffery: “Coloro che hanno avuto successo nel perdere peso fanno una maggior fatica a evitare di mangiare o a controllare la loro risposta al cibo”.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento