Parmigiano reggiano, buono anche per i bambini con allergia al latte

Parmigiano reggiano, buono anche per i bambini con allergia al latte

Il parmigiano reggiano può essere consumato anche dai bambini allergici al latte.

Questo il risultato di una ricerca dell’Istituto dermopatico dell’Immacolata (sezione Centro di Allergologia Molecolare) e dell’Università di Parma, diretta dal dottor Adriano Mari e
pubblicato su “Plos One”.

Gli studiosi hanno lavorato con 70 bambini, tutti allergici al latte, cercando di capire se e quanto il formaggio potesse entrare nella loro alimentazione. Alla fine, i test hanno detto come
due bambini su tre potessero assumere il parmigiano (un cucchiaio, pari circa ad un bicchiere di latte) senza avere effetti collaterali negativi.

Secondo il dottor Mari, ciò è possibile per le proteine del latte presenti nel formaggio “Che vengono digerite all’interno del parmigiano stesso grazie a un processo attivo che
vede coinvolti enzimi e batteri: questi facilità anche la digestione da parte dei bambini, ai quali il prodotto arriva privo dell’allergene”.

E tale situazione diventa vantaggiosa per l’intera famiglia: come ricorda il capo-ricercatore, quando l’allergia al latte viene individuata, l’intera famiglia elimina dalla dieta gli alimenti
pericolosi. Allora, “La possibile possibile reintroduzione nell’alimentazione del parmigiano migliora la qualità della vita di tutti”. Detto questo, il rapporto tra bimbo e parmigiano
deve essere gestito con cautela, rispettando due regole-base. Primo, l’eventuale tolleranza deve essere esaminata tramite test condotti in ambiente protetto e sotto controllo medico:
assolutamente vietato il fai-da-te.

Inoltre, in tali procedure va utilizzato solo parmigiano reggiano DOP stagionato oltre 30 mesi.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento