Pacchetto sicurezza. Confesercenti: «qualcosa si muove, ma fare presto»

Roma – “Finalmente qualcosa si muove sull’emergenza sicurezza ma serve fare presto, i cinque disegni di legge devono correre come un treno ad alta velocità su un binario
parlamentare libero altrimenti tutto diventerebbe l’ennesimo bluff che l’opinione pubblica condannerebbe senza appello.

Dopo anni di battaglia la Confesercenti sottolinea con soddisfazione la scelta di incentivare la moneta elettronica ed eliminare il contante: ma non basta prevedere questa misura per i
tabaccai, essa va estesa anche ai benzinai altrettanto a rischio e per giunta rapinati al posto di Stato e compagnie petrolifere visto che a loro versano il 97% dei soldi incassati.

Ci auguriamo che i provvedimenti possano essere migliorati con misure ancora più incisive come possono essere incentivi per le blindature e videocamere negli esercizi collegate alle
forze dell’ordine. Per questo è necessaria una forte pressione su Governo e Parlamento che debbono essere incalzati fino all’approvazione dei provvedimenti. Utilizzando anche decreti
legge se serve, visto che nulla è più urgente della sicurezza”.

Leggi Anche
Scrivi un commento