Né, 18, né 21: il cervello matura a 40 anni

Né, 18, né 21: il cervello matura a 40 anni

Mettetevi comodi, non abbiate fretta: il cervello ha una crescita lenta, arrivando ad una maturazione sostanziale intorno ai 40 anni.

Questo il risultato di una ricerca dell’University College (di Londra, Gran Bretagna), diretta da lla professoressa Sarah-Jayne Blakemore e presentata al British Neuroscience Christmas
symposium, oltrechè pubblicata dal quotidiano “Daily Telegraph”.

Gli studiosi hanno lavorato con alcuni volontari, sottopendo il loro cervello a risonanze magnetiche in diversi intervalli di tempo. Particolare attenzione è stata data alla corteccia
prefrontale, regione che influenza i processi decisionali, la dimensione sociale ed altre sfaccettature della personalità.

E’ così emerso come la corteccia prefrontale cambia ben oltre la canonica età di 21 anni: in molti raggiunge una buona stabilità tra i 30 ed i 40 anni, in altri continua a
variare fino circa ai 50.

Ciò è importante spiega la professoressa, in quanto invalida la convinzione precendente, che anticipava di molto l’età dei cambiamenti del cervello. Infatti, “Fino a 10
anni fa l’opinione diffusa era che il cervello terminasse il proprio sviluppo nei primi anni di vita. Oa invece grazie alle moderne tecniche di imaging sappiamo che questo non succede. L’area
interessata è particolarmente importante, ed e’ in definitiva quella che ci rende umani”.

FONTE: Richard Alleyne, “Brain only fully ‘matures’ in middle age, claims neuroscientist”, Telegraph 16/12/010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento