Mutui, la BCE abbassa i tassi

 

La Banca centrale europea ha tagliato i tassi di interesse di 75 punti base, portandoli dal 3,25% al 2,50%.

Un taglio che per il Codacons dovrebbe determinare un abbassamento medio di 400 euro all’anno per chi ha un mutuo a tasso variabile, questo almeno se i tassi interbancari scenderanno
della stessa misura come logica vorrebbe.

Dopo questo abbassamento, e dopo i provvedimenti presi dal Governo attraverso il decreto anticrisi, ora la priorità è rappresentata dai mutui a tasso fisso, per i quali
molte famiglie stanno pagando tassi superiori al 6%.

Il Codacons rilancia ancora una volta il piano McCain: il Governo acquisti dalle banche i mutui in sofferenza, una sorta di estinzione anticipata, e si faccia poi restituire dalle
famiglie, al tasso Bce, i soldi versati. Oppure – conclude l’associazione – colleghi i mutui i a tasso fisso al tasso Bce.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento